F1 Monaco, ammissione Vettel: "Ricciardo ha meritato la pole"

Adjust Comment Print

Terzo tempo per la Ferrari di Sebastian Vettel in 1'12 "023 davanti al compagno di scuderia Kimi Raikkonen (1'12" 142) ed alla Mercedes di Lewis Hamilton (1'12 "273). L'importante è che la macchina abbia potenziale e riuscire a sprigionarlo, abbiamo migliorato parecchio, Daniel ha fatto il lavoro che doveva e non c'è altro da aggiungere".

"Le Red Bull sono state più veloci di noi, come del resto in tutto il weekend - ha commentato Vettel - Lo sapevamo che a Monaco sarebbero state pericolose". Non sono sorpreso dal gap, è chiaro che non siamo contenti al 100% di come sono andate le cose. E' stata una sessione difficile anche per quanto riguarda il funzionamento degli pneumatici. Alla Red Bull di Verstappen, che scatterà dall'ultima posizione domani, è poi stato sostituito il cambio, il che gli costerà una penalità di cinque posti in griglia. Sarà una partita diversa da giocare rispetto ad oggi. "Non è grandioso non essere in pole ma dobbiamo accettarlo". "Ma la gara è domani, vedremo se potremo festeggiare". "Comunque Ricciardo ha meritato la pole". La prima curva non riuscivo a farla come volevo e verso la fine del giro loro avevano più aderenza. "Cercheremo di rimanere lontano dai guai, di prendere le giuste decisioni e fare le cose al meglio al momento più opportuno".

Portogallo, niente Mondiali per Cancelo. Ma Santos chiama Joao Mario
Ci sono anche un paio di vecchie conoscenze dell'Inter: Ricardo Quaresma e Joao Mario , in prestito da gennaio al West Ham in Premier League.

Trascinata da un sorprendente Sergey Sirotkin, la Williams supera almeno con una vettura il taglio del Q1.

Comments