Zidane dimissioni Real Madrid, il francese lascia i blancos

Adjust Comment Print

Solo pochi minuti prima era arrivata l'anticipazione dell'emittente Cadena Ser che rivelava ciò che sarebbe accaduto di lì a poco: il tecnico lascia così il Real Madrid lasciando così vacante una panchina tra le più ambite nel panorama calcistico mondiale. Messe da parte le emozioni per l'addio a sorpresa del francese fresco Campione d'Europa, le merengues hanno iniziato subito la ricerca per trovare il successore dell'ex juventino sulla panchina del Bernabeu. Da Antonio Conte (ancora non liberato ufficialmente dal Chelsea) fino alle soluzioni interne (Santiago Solari e Guti) non mancano le opzioni ma in queste ore ha preso piede un'altra ipotesi molo suggestiva.

Il coach francese è intervenuto questa mattina in conferenza stampa, annunciando la propria decisione. "Lo ringraziamo per quanto ha fatto e voglio chiarire che non si tratta di un addio, ma di un arrivederci".

Inter, Spalletti: "Sarri non lasci l'Italia, gli cedo la mia panchina"
Non ha senso trattenere un giocatore controvoglia. "Lo ringraziamo e siamo contenti torni con noi". Per quel ruolo là è un giocatore fortissimo, perfetto. "Non avrà più problemi di discontinuità".

L'edizione odierna del Corriere dello Sport, tra i nomi in lizza per la panchina del Real Madrid, fa il nome di Maurizio Sarri. Che potrebbe raccogliere l'eredità del 50enne di Livorno già a partire dal prossimo anno. Nella sesta e ultima giornata della fase a gironi, tutte le gare si disputeranno in contemporanea, alle ore 21. In una stagione ci sono momenti complicati e i fischi ci possono stare, lo capisco visto che siamo il Real Madrid. Il nome in cima alla lista delle preferenze è Mauricio Pochettino, allenatore molto gradito al massimo dirigente, ma il rinnovo del contratto con il Tottenham (2023) complica i piani. Proprio su questo nuovo contratto sono iniziate a circolare delle voci riguardo la presenza di una clausola nel suo contratto, ma su questo tema ci sono versioni differenti. Dopo tre anni il Madrid per continuare a vincere ha bisogno di un cambio, di un'altra metodologia di lavoro, di un altro discorso.

Comments