Calciomercato Napoli, De Laurentiis: No al City per Jorginho. Poi annuncia l'acquisto

Adjust Comment Print

Dall'ormai ex tecnico all'acquisto di Simone Verdi, passando per la possibile cessione di Jorginho: parla il presidente del Napoli. Nella lunga intervista rilasciata a Il Corriere dello Sport, Aurelio De Laurentiis - presidente del Napoli - sostiene di non avere accettato l'offerta del Manchester City per Jorginho.

"Se impieghi sempre gli stessi, va a finire che presto o tardi si rompono e i sostituti poi non sono pronti, come avvenuto nel caso di Mario Rui dopo l'infortunio di Ghoulam".

"A marzo il suo agente si è presentato con i minutaggi di Piotr e di Hamsik domandandoci perché volevamo allungare il contratto, visto che aveva giocato un terzo delle partite di Marek". "Per lui ho rifiutato 45 milioni più 5 di bonus - ha aggiunto il massimo dirigente dei partenopei (ma il tentativo è elevare la parte fissa a 50, ndr) -". Carlo Ancelotti è la chiave d'accesso all'internalizzazione del Napoli.

MotoGP Mugello 2018, Pirro incidente e paura. E' cosciente
Ha dichiarato Jorge Lorenzo , vicinissimo all'addio al team Ducati a fine stagione, dopo il secondo posto conquistato. Sul pneumatico davanti si soffre molto, sarà il problema principale di tutti i favoriti.

Ma sicuramente AdL non si fermerà qui: "I nostri obiettivi sono un portiere, un terzino, un centrocampista e un esterno d'attacco".

Il numero uno degli azzurri ha fatto il punto della situazione anche sul fronte mercato: "Ancelotti avrà, nel mese di luglio, la possibilità di valutare la rosa, già mi ha detto che vorrebbe trattenere l'80% dell'organico che considera di ottimo livello. Verdi? Giuntoli ha fatto tutto ieri sera con Branchini". Quando disse "al prossimo rinnovo mi voglio arricchire". Ma quanto gli daranno? Prigioniero? Se si presenterà qualcuno a trattare sarò ragionevolissimo.

Chi dice che non andavamo d'accordo dice il falso. Faccio presente che quest'anno perdo 15 milioni e che raramente nei precedenti 13-14 bilanci abbiamo registrato un segno negativo. "Sarri? Non è vero che non ci prendevamo, io sono sempre stato molto educato con lui, l'ho sempre supportato - racconta DeLa -". Per me il rosso rappresenta una macchia.

Comments