Moto2, Bagnaia: "Competitivi sempre, e soprattutto al Mugello"

Adjust Comment Print

In campionato Bagnaia è leader con 111 punti davanti a Oliveira con 98 ed a Baldassarri con 84. Giù anche gli ex-MotoGp Sam Lowes e Hector Barbera, così come Stefano Manzi, caduto alla Luco quando era in zona punti. Miguel Oliveira fa suo il Gran Premio d'Italia di Moto2 vincendo una gara al cardiopalma al Mugello nel finale in cui ha superato proprio all'ultimo giro Lorenzo Baldassarri, costretto al secondo posto. La lotta continua con Oliveira che passa in testa.

Dazi: impatto Italia limitato, in Usa 2% produzione
All'imposizione di dazi all'import reagisce anche il governo messicano, che ha annunciato misure equivalenti contro gli Stati Uniti.

Bagnaia non vuole far scappare Pasini e alla Savelli entra fortissimo e supera il portoghese della KTM, che prova a restituire il favore sul rettilineo, ma Pecco risponde e si tiene la seconda posizione, mentre Lorenzo Baldassarri inizia a martellare e supera anche Mir, avvicinandosi al trio di testa. Il centauro lusitano deve rimandare il discorso di un solo giro, perché ancora una volta, entra alla staccata della prima curva, con il piemontese che apre la traiettoria e non riesce a rispondere, anzi subisce anche l'attacco dell'amico Baldassarri, il quale lo infila e va a caccia di Oliveira. All'inizio dell'ultimo giro Baldassarri, in testa, esce scodando da una delle prime curve, Olivera lo punisce con il sorpasso decisivo, idem alla spalle con Mir meglio di Bagnaia per il podio. Francesco Bagnaia non è al massimo delle sue possibilità e chiude quarto ma si mantiene al comando della classifica iridata. "Siamo a punto, forse Paso e Alex (Pasini e Marquez, ndr) hanno qualcosa di più, ma non dobbiamo perderli di vista". 9° Xavi Vierge, con Simone Corsi che alla 250a gara nella classe di mezzo chiude la Top10.

Comments