E’ morto Gino Santercole, autore dei successi di Celentano

Adjust Comment Print

E' morto oggi Gino Santercole, nipote di Adriano Celentano. Si è spento la notte scorsa, all'età di 77 anni per un arresto cardiaco, Gino Santercole. Nel 1966 partecipa al Festival di Sanremo, presentando in abbinamento con lo zio Il ragazzo della via Gluck, insieme a Ico Cerutti e Pilade, con la denominazione Trio del Clan: vengono però eliminati nella prima serata. Come scrive il quotidiano La Repubblica, a confermare la notizia sono stati i familiari.

Ha scritto le musiche di alcune canzoni entrate nella storia della musica italiana, come Una carezza in un pugno, Svalutation, Straordinariamente, Un bimbo sul leone e numerose altre.

Dream team Honda: Lorenzo insieme a Marquez nel 2019. Domenicali: "Ambientamento lento"
Daniel Pedrosa e Honda , una storia che va avanti da 12 anni, precisamente dal 2006, è clamorosamente giunta al capolinea. In Ducati promozione per Danilo Petrucci .

Nato nel 1940 a Milano e figlio della sorella di Celentano, Rosa, è considerato uno dei ragazzi del club di Adriano essendo cresciuto nella famosa via Gluck; suo padre è morto quando era solo un bambino e, nei mesi successivi, è stato trasferito in collegio per poi iniziare a lavorare seguendo le orme dello zio, da orologiaio. Una parentela rafforzata negli anni '60 dopo avere sposato Anna Moroni, sorella di Claudia Mori, diventando perciò cognato dello zio. Da attore è stato diretto da registi come Pietro Germi, Dino Risi, Giuliano Montaldo, Luigi Comencini, Luciano Salce, Mario Monicelli. Il silenzio fino al 1999 quando si riappacificò in diretta tv con il Molleggiato.

Comments