L'esordio di Conte al G7: "Riammettiamo la Russia"

Adjust Comment Print

"È nell'interesse di tutti". "Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni", ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea. Alla domande se grazierebbe anche l'ex capo della sua campagna elettorale Paul Manafort, incriminato nel Russiagate, o il suo avvocato Michael Cohen, il presidente ha risposto che "è troppo presto per pensarci: non sono stati condannati per qualcosa, non c'è niente da graziare". Trump oggi si è rivolto anche ai giocatori di football (Nfl) e ad altri atleti, in genere neri, che protestano contro l'ingiustizia razziale inginocchiandosi durante l'inno: "segnalatemi le persone che pensate siano state trattate ingiustamente, esaminerò le vostre richieste", ha detto magnanimo.

E poi: "Il primo ministro Trudeau che è così indignato, chiamando in causa il rapporto che Usa e Canada hanno avuto per molti anni e tutta una serie di altre cose... ma non menziona il fatto che ci fanno pagare fino al 300% sui prodotti lattieri, danneggiando i nostri agricoltori, uccidendo la nostra agricoltura!" "Impaziente di vederli domani".

Quasi in contemporanea al primo tweet di Trump, ne seguiranno un altro paio, Macron scrive: "Le tensioni stanno aumentando ovunque".

G7 al via in Canada in un clima di tensione senza precedenti, con al centro Donald Trump.

Verdi: "Ho accettato il Napoli, ho già parlato con Ancelotti"
Questa volta l'affare dovrebbe andare in porto, il Napoli ha nuovamente trovato l'accordo con i rossoblu. Ancelotti può sorridere: Verdi vestirà la maglia del Napoli .

Non sarà un esordio internazionale semplice quello che da venerdì attende il premier Giuseppe Conte al G7. Riteniamo quelle proposte assolutamente insoddisfacenti.

Prima dell'inizio del vertice, Conte ha incontrato Tusk il quale, parlando di colloqui positivi, ha annunciato un incontro a Roma prima del vertice europeo di giugno. "Vogliamo un'Europa piu' forte ma anche piu' solidale", ha concluso Conte.

Il neopresidente del Consiglio Giuseppe Conte arriva in Canada per il G7 di Charlevoix, in Quebec, sotto la presidenza del premier canadese Justin Trudeau. E' quanto spiegano fonti di Palazzo Chigi, a margine dei lavori del vertice. Sulle barriere commerciali l'Italia è ufficialmente schierata con l'Ue e Conte per ovvi motivi di tempo è partito dall'Italia con il dossier preparato dai diplomatici del governo Gentiloni.

Comments