Superbike, Brno gara 2 a Lowes

Adjust Comment Print

Grandi esclusi dalla gara invece, incredibile, Jonathan Rea e Tom Sykes. Il pilota inglese con il suo 1'59.448, ha staccato di ben 2 decimi Tom Sykes, Melandri ed Alex Lowes, 4°. Il campione in carica ha ora un vantaggio di 81 punti su Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati), che ha lottato per concludere la gara in ottava posizione e vede il suo campionato più duro. Insomma, come nel round precedente, questo Davies è il meno efficace degli ultimi anni.

Van der Mark e Lowes sulle Yamaha conservano le prime due posizioni in partenza, ma lo start migliore è senza dubbio quello di Marco Melandri, che vuole dare seguito all'ottimo secondo posto di ieri e che molto presto arriva in vista della testa della corsa. Qualcuno, in ottica del 2019, parla della possibilità che Rinaldi si affiancherà a lui nel team ufficiale con Melandri, magari verso Yamaha.

E' Jonathan Rea a vincere a Brno una gara in solitaria, con poche emozioni, salendo per la sessantesima volta sul gradino più alto del podio e diventando il pilota più vincente della storia della WorldSBK.

Akinfenwa contro Ramos: "Non giocheremo contro, sei fortunato"
Spero di giocare la prima partita contro l'Uruguay , ma tutto dipenderà da come mi sentirò appena prima del match". Sarà dura, ma chi può sapere come potrebbe andare a finire".

Oggi il cielo sopra il circuito di Brno, che ha ospitato nel corso del fine settimana il settimo round del campionato mondiale Superbike, si è tinto del blu Yamaha. Il britannico ha preceduto il compagno di squadra Michael Van Der Mark e la Ducati di Chaz Davies. L'olandese in gara uno se le suona di santa ragione con il compagno di squadra, su cui ha la meglio, ma in gara due perde il confronto diretto e il piatto più ricco. Insomma, Laverty è ancora convalescente, per Aprilia la strada è ancora lunga, ma in generale la direzione sembra sia buona.

Quarta e quinta le Aprilia RSV4 di Eugene Laverty e Lorenzo Savadori che nelle fasi finali della gara hanno dato vita ad una bella battaglia con la Ducati di Michael Ruben Rinaldi, poi sesto al traguardo (partiva undicesimo) e primo degli indipendenti. Gli ultimi due piloti ad avere l'accesso diretto alla Superpole 2 sono Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) e Loris Baz (GULF ALTHEA BMW Racing), nono e decimo rispettivamente.

Comments