Ambasciatrice maltese: "Il Capitano della Aquarius non è voluto sbarcare a Malta"

Adjust Comment Print

Tra poche ore la nave l'Aquarius transiterà per le acque di Malta.

La decisione, che non ha precedenti nel nostro paese, è stata adottata d'intesa dai ministri dell'Interno e delle Infrastrutture Danilo Toninelli. "Per la Commissione c'è prima l'imperativo umanitario, stiamo parlando di persone".

Le autorità maltesi hanno immediatamente risposto a Salvini sostenendo che l'accoglienza della nave Aquarius "non è loro competenza". "Malta non è l'autorità di coordinamento e non ha competenze su questo caso". Siamo Paesi uniti e continuiamo ad essere uniti. Anche perché, la preoccupazione principale di tutte le organizzazioni umanitarie, è che in questo contenzioso tra stati a rimetterci siano i migranti. Lo ha detto a Catania il presidente della Repubblica di Malta, Marie-Louise Coleiro Preca. "E per questo non possiamo fare attraccare la nave Aquarius".

Il capo di Stato ha poi aggiunto: "Condividiamo lo stesso mare e le stesse difficoltà sulla immigrazione".

La Aquarius sta ancora aspettando l'assegnazione di un porto sicuro. E su Facebook ha scritto: "Nel Mediterraneo ci sono navi con bandiera di Olanda, Spagna, Gibilterra e Gran Bretagna, ci sono Ong tedesche e spagnole, c'è Malta che non accoglie nessuno, c'è la Francia che respinge alla frontiera, c'è la Spagna che difende i suoi confini con le armi, insomma tutta l'Europa che si fa gli affari suoi".

Che Vettel! Vince in Canada e sorpassa Hamilton in classifica
La gara è stata appena meno noiosa del Gp di Montecarlo, che aveva sollevato le proteste dei piloti per la sua piattezza. Hamilton è rimasto quarto, mentre Ricciardo ha infilato Raikkonen per il quinto posto.

A bordo della nave Aquarius, l'unica Ong al momento presente nel Mediterraneo, vi sono 629 migranti tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte, partiti dalla Libia e soccorsi in varie operazioni nel corso della notte.

Scusi, mi sembra di capire che si tratti di una questione di principio più che altro. "È un'indisponibilità di Malta e dell'Europa", è l'affondo del premier che ribadisce un concetto già scandito in Canada: "L'Italia si ritrova ad affrontare in totale solitudine l'emergenza immigrazione". Lo afferma il premier italiano Giuseppe Conte in visita ad Amatrice, in provincia di Rieti, interpellato sul caso Aquarius e confermando di essere "in diretto contatto con le autorità coinvolte".

"La cosa più importante è che ltalia e Malta non devono mai essere in contrapposizione". "Spero che le massime autorità intervengano e ci diano una mano", sottolinea. "Ero straniero e non mi avete accolto (Mt 25,43) #Aquarius", ha twittato riportando una frase di Gesù del Vangelo di Matteo. La Valletta "non può sempre dire no a qualsiasi richiesta d'intervento", aveva lamentato il ministro, che sabato ha ribadito la linea della fermezza assicurando che "non si ripeterà un'altra estate con sbarchi, sbarchi e ancora sbarchi". "Noi continueremo a salvare vite umane, altri restano nel torto". A dirlo è il ministro dell'Interno Matteo Salvini in conferenza stampa, dopo che la Spagna ha dato la propria disponibilità ad accogliere i 629 migranti della nave Aquarius dell'Ong Sos Méditerranée.

E' però un braccio di ferro sulla pelle dei migranti. Poco dopo, però il post è stato cancellato. Così il premier maltese Joseph Muscat su Twitter sul caso dell'imbarcazione con a bordo oltre 600 migranti in cerca di un approdo.

Comments