Vettel si riprende la testa del campionato

Adjust Comment Print

Dopo 4 gare e un po' di sfortuna, Seb torna dunque a tagliare il traguardo davanti a tutti e lo fa in una gara particolarmente significativa, su una pista che nelle ultime tre stagioni era stata cannibalizzata da Lewis Hamilton. Il giro record al 29° giro con le gomme di inizio gara, è stato un campanello d'allarme per Mercedes e Red Bull. Bottas e Verstappen si sono divisi il podio, con il pilota della Red Bull, a caccia della Mercedes numero 77 nelle fasi finali del GP. Ma con la medesima gomma ci pensa Vettel a rispondere al compagno di box: prima gli si accoda in seconda posizione poi, al terzo tentativo, passa in testa in 1:12.23.

La partenza di Vettel è impeccabile, mentre in fondo al gruppo va in scena uno spaventoso incidente tra Stroll e Hartley: il canadese perde la sua Williams e centra in pieno la Toro Rosso del neozelandese, che prende letteralmente il volo schiantandosi contro le barriere.

F1, Gp Canada: la Ferrari vince la gara... in fabbrica
Il prossimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno è in programma in Francia tra due settimane sul circuito 'Paul Ricard'. Gran pole, gran vittoria (fa 50) e di nuovo in testa alla classifica del mondiale, dal Canada non poteva pretendere di più.

Vettel torna leader della classifica iridata con un punto di vantaggio su Hamilton. A proposito di Ferrari, ancora un weekend in chiaroscuro a causa dell'ennesima gara anonima da parte di Kimi Raikkonen: solo sesto il finlandese. Cosi' team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, commenta il trionfo di Vettel nel Gp del Canada, che il Cavallino non conquistava dal 2004, ai tempi d'oro di Michael Schumacher. "Noi non avevamo il suo ritmo, ieri il gap era solo di 9 centesimi ma oggi era di un decimo a giro, e su 70 giri il distacco diventa ampio". È stato Sebastian Vettel, con una prestazione impeccabile, a permettere a una Ferrari di partire in pole position nel Gp di di F1 a Montreal. Subito Safety Car in pista, ma nessuna conseguenza fisica per i piloti. Le due vittorie ottenute finora dall'alfiere Mercedes sono infatti arrivate in circostanze fortunose, come nel caso di Baku, o in condizioni particolari di netta superiorità della vettura, come a Barcellona. Le due Renault di Hulkenberg e Sainz sono settima e ottava, e precedono la Force India di Ocon e la Sauber di Leclerc. Non è stata una gara spettacolare, ma di avviso ai rivali ma anche a se stessi, sì.

Vettel fa il vuoto dietro di sé: il più veloce in pista, quasi 5 secondi rifilati a Bottas nei primi 15 giri. Al suo fianco la prima delle Frecce d'Argento, quella di Valtteri Bottas che in Q3 ha fatto meglio del suo caposquadra il campione del mondo Lewis Hamilton che è considerato il re di questo circuito dove ha vinto ben sei volte.

Comments