Allegri: "Dybala alla Juve ancora qualche anno, poi andrà in una big"

Adjust Comment Print

Si è parlato anche di un Chelsea dalla panchina ancora incerto: "Ho ringraziato tutti coloro che mi hanno cercato".

Dagli studi di Tiki Taka l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha dichiarato sull'Under 15: "È una cosa inaccettabile, vestono la maglia della Juventus, ma è anche una questione di rispetto".

Real Madrid, scelto il nuovo tecnico: panchina a Julen Lopetegui
Nei giorni scorsi era spuntata la candidatura di Antonio Conte (in uscita dal Chelsea, ma ancora non si è arrivati al divorzio). Cristiano Ronaldo e compagni non temono però le Furie Rosse come ha svelato Joao Mario: "Il nostro team è ben preparato".

"Il primo a sapere se dovrò andare via sarà Agnelli -aggiunge Allegri ai microfoni di Sky Sport da Livorno- Sono rimasto perché il progetto Juventus si rinnova ogni volta e diventa sempre più competitivo. E' un giocatore straordinario, che può diventare ancora più forte a patto che faccia quello che sa fare, senza volersi immedesimare in altri". Un altro al futuro e a quella Champions che continua ad essere un obiettivo: "Magari il prossimo sarà l'anno buono - sorride - negli ultimi undici anni hanno vinto quattro volte il Real e altrettante il Barcellona". Se da un lato mancherà un uomo come Sarri, l'Italia ed il Napoli ritrovano un vincente come Ancelotti. Ha fatto molto da quando è arrivato a Torino, quest'anno ha avuto un periodo di transizione dove forse ha pagato un po' troppo il paragone con Messi. Alla base di tutto c'è la solidità del club. "Cancelo? Ha fatto bene con l'Inter, è cresciuto molto con Spalletti, ma è un giocatore del Valencia". Ma è talmente bravo che lotterà per il titolo. "Noi adesso, dopo i festeggiamenti, bisogna solo pensare a ricaricare le batterie per poi trovarsi il 9 luglio e ripartire nel migliore dei modi". "Io ci metto anche il Milan e la Lazio che è sempre fastidiosa".

Comments