Esplodono tre batterie a Saxa Rubra, salta il segnale Rai

Adjust Comment Print

Blackout per la Rai. La conferma arriva da Manuela Moreno. Non era mai successo che i canali Rai1, Rai2 e Rai3 piombassero contemporaneamente nel buio. Così, in serata, al posto dei vari programmi i telespettatori si sono ritrovati di fronte ad assenza di segnale.

Tutti e tre i canali Rai oscurati senza preavviso: il fatto, che ha colto tutti di sorpresa, ha creato un po' di panico in alcuni telespettatori che, stando ad alcune testimonianze, avrebbero pensato a un attacco o a un sabotaggio della televisione di stato. A spiegarlo è la stessa Rai. "Intanto, sui social è comparso l'hashtag "#RaiDown", usato per tutte le segnalazioni del caso.

Oggi è la Giornata mondiale del donatore di sangue
Give blood, share life", si legge nei manifesti della Giornata 2018: "In ogni momento qualcuno nel mondo ha bisogno di sangue . A donare di più sono coloro che hanno un'età compresa fra i 46 e i 55 anni, che sono anche il 29% dei donatori totali.

Secondo quanto trapela a causare la sospensione del segnale, poi tornato a funzionare regolarmente sempre nella serata di ieri, tre esplosioni che sono state chiaramente udite all'interno della sede Rai di Saxa Rubra. "Sono in corso le verifiche per accertare cause e responsabilità - ha scritto in una nota del servizio pubblico che si scusa per il disservizio parlando di un "grave e imprevedibile guasto tecnico". La #Rai si scusa con i suoi telespettatori. Soprattutto in relazione ai malfunzionamenti che, sempre oggi, si sono registrati anche su Instagram. La seconda puntata condotta da Carlo Conti e Vanessa Incontrada, infatti, è andata in onda a partire alle ore 21.50 circa, preceduta da "schermo nero" e da varie immagini di "Techetechete'".

Comments