Bambino contrae la peste bubbonica: è il primo caso dopo 20 anni

Adjust Comment Print

Si tratterebbe proprio di peste nera.

Le autorità sanitarie dello stato dell'Idaho hanno comunicato che questo è il primo caso umano che ha colpito gli Usa da 27 anni a questa parte.

Un bambino è stato contagiato dalla peste bubbonica in Idaho, negli Stati Uniti. Come ad esempio gli scoiattoli che vivono nei boschi vicino a casa del piccolo, dove sono stati riscontrati alcuni casi di peste. A darne notizia è stato il Dipartimento sanitario del distretto centrale dello stato nel precisare che, sottoposto a terapia antibiotica, il paziente risponde bene, è tornato a casa e migliora.

Christine Myron, portavoce del Dipartimento Sanitario del Distretto Centrale, ha riferito che le analisi svolte in laboratorio sul virus contratto dal ragazzo hanno confermato che si trattava proprio della peste bubbonica.

E’ il Frosinone la terza squadra promossa in Serie A
Il Palermo ha già presentato ricorso , staremo a vedere cosa succederà. " C'è amarezza per la tifoseria e la piazza - ha spiegato -".

Resta il fatto che la malattia nella sua versione bubbonica, quella cioè che causa linfonodi ingrossati o "bubboni" con una variante polmonare gravissima, è una malattia molto seria che può anche portare alla morte. Il ragazzino potrebbe essersi ammalato nella contea di Elmore o durante un recente viaggio in Oregon.

Quando si parla di malattie che erano state sconfitte e che ora stanno drammaticamente ritornando nessuno pensa alla peste bubbonica di manzoniana memoria.

"Le persone possono ridurre il loro rischio trattando i loro animali domestici per le pulci ed evitando il contatto con la fauna selvatica", ha detto Correll.

Comments