Cina, 'subito contromisure a dazi Usa'

Adjust Comment Print

All'ultima riunione sulla politica monetaria, la Federal Reserve ha manifestato preoccupazione per gli effetti dei dazi.

Entreranno in vigore il prossimo 6 luglio le misure protezionistiche previste dal nuovo piano economico varato dagli Stati Uniti di Donald Trump.

L'amministrazione Trump ha annunciato ufficialmente l'approvazione di dazi su una lunga lista di prodotti Made in China per un valore di 50 miliardi di dollari. Lo ha riferito oggi il Wall Street Journal, precisando che restano al momento poco chiari i tempi di effettiva attuazione di queste misure.

La Cina si oppone ai dazi da 50 miliardi annunciati da Trump e annuncia "immediate contromisure contro i prodotti Usa di uguale forza e impatto".

Le partite di oggi 14 giugno 2018: Russia-Arabia Saudita in primo piano
Segui a questo link la diretta testuale di TPI.it della partita Russia -Arabia Saudita, con gli aggiornamenti in tempo reale . Il mondo che va alla velocità di internet, che talvolta supera quella della luce, ha bruciato il Mondiale in Russia .

Le linee di prodotti cinesi che sono state colpite vanno dai pneumatici degli aerei alle turbine fino alle lavastoviglie commerciali. Un annuncio accolto con durezza a Pechino, dove si chiariva che la Cina non teme una guerra commerciale. Queste pratiche, documentate in un ampio rapporto pubblicato dal Rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) il 22 marzo 2018, danneggiano la nostra sicurezza economica e nazionale e marcano ancor di più il nostro già squilibrato rapporto commerciale con la Cina.

La "Guerra dei dazi" inaugurata dagli Stati Uniti guidati da Trump sembra inasprirsi.

Stando a fonti citate dal giornale la decisione e' arrivata al termine di una riunione tra il presidente e alti funzionari della Casa Bianca.

Gli Stati Uniti vogliono che la Cina interrompa le pratiche che dal suo punto di vista incoraggiano il trasferimento della proprietà intellettuale a società cinesi, come ad esempio l'obbligo per le imprese straniere di condividere la proprietà con i partner locali per accedere al mercato cinese.

Comments