Saviano risponde a Salvini: "Sei un buffone, ministro della Malavita"

Adjust Comment Print

Con queste parole, pronunciare ad Agorà su Rai3, Matteo Salvini ha annunciato l'ipotesi di togliere la scorta a Roberto Saviano. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha commentato la vicenda della scorta allo scrittore Roberto Saviano. Minacce proseguite dopo la pubblicazione di "Gomorra". Saranno le istituzioni competenti a valutare se corre qualche rischio, anche perché mi sembra che passi molto tempo all'estero.

La replica di Saviano arriva a stretto giro con un video postato dallo scrittore su Facebook: "E secondo te, Salvini, io sono felice di vivere così da 11 anni?"

"Invito Saviano alla riconsegna del prossimo bene sequestrato in Calabria, che diventerà un commissariato della Polizia di Stato, perché io amo chi combatte la mafia con i fatti". Eppure, tanto è bastato per suscitare l'indignazione generale della sinistra al caviale, sempre in prima fila se si tratta di difendere facoltosi intellettuali liberal, ma sempre a Capalbio quando si tratta di aiutare un connazionale o un lavoratore autoctono.

Morta Koko, capiva le parole
Come riportato da Mashable , A dare il triste annuncio è Gorilla Foundation tramite i propri canali sui social network. E' stato per suo merito che è stata creata la " Gorilla Foundation" per la difesa di questi incredibili animali.

Saviano ha poi definito "buffone" il Ministro che ha come nemici gli immigrati, gli abitanti del sud Italia e i rom, a cui dopo gli insulti va a chiedere i voti. Teatro, senza dare alcuna vera risposta. Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ai microfoni di Sky Tg24. Il tema è quello dei Rom e del censimento annunciato, e poi parzialmente rimangiato, dal Ministro degli Interni che ieri è arrivato in città per sostenere Arena. Il governo sarà protagonista, con il presidente del Consiglio Luigi Conte, di un vertice ristretto che precederà, domenica, il Consiglio Europeo del 28-29 giugno. Nonostante questo è Luigi Di Maio a sentirsi tirato in causa. La politica dell'antimafia la faccio con i fatti e non con le chiacchiere.

Intanto, al fianco di Saviano si schiera il Partito Democratico: il capogruppo alla camera, Graziano Delrio, si dice pronto a rinunciare alla sua di scorta, pur di lasciarla allo scrittore. La mafia reagisce minacciando. Il ministro dell'Interno attacca la persona minacciata e lo definisce "un chiacchierone".

Comments