Lavoro, Di Maio: reddito cittadinanza in cambio 8 ore a comuni

Adjust Comment Print

Lo ha detto il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, intervenendo al congresso della Uil.

"Io sono pienamente d'accordo con Tria, e alla fine sia nel Def e sia nel nostro contratto di governo c'è chiaramente indicato che la strada per ridurre il debito è investire e non tagliare": ha replicato Di Maio al termine del Consiglio occupazione. "Per il 2018 gli aggregati di finanza pubblica saranno mantenuti, bisogna vedere quali saranno i provvedimenti che saranno proposti dal ministro competente, come saranno articolate e come sarà distribuito nel tempo". Non c'è nessuna discussione.

Il ministro ha poi risposto senza giri di parole alle durissime parole del premier francese Emmanuel Macron, che ieri aveva definito la crescita dei populisti in Europa come una lebbra: "La vera lebbra -ha detto Di Maio dal palco dell'Eur- è l'ipocrisia europea".

Su quello che è stato uno dei capisaldi della campagna elettorale del M5S, Di Maio ribadisce inoltre che il Governo intende andare avanti senza tentennamenti. "L'idea - ha sottolineato - è mantenere i conti e agire attraverso ricomposizione di entrate e uscite".

Le Castellet, Hamilton trionfa davanti a Verstappen, terza la Ferrari di Raikkonen
Così la Ferrari salva l'orgoglio solo con il 40mo terzo posto di Raikkonen , un record: nessuno in Formula 1 ne ha più di 28. Costretto all'inseguimento Sebastian Vettel dopo un incidente al via per un contatto con Bottas .

Il tanto atteso provvedimento del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, si arricchisce di un nuovo capitolo.

E ancora: "Se così non fosse - prosegue Marini -, in realtà non si tratterebbe di ulteriori risorse che verrebbero richieste all'Europa, ma si tratterebbe invece di risorse già assegnate che verrebbero sottratte alle Regioni e a tutte quelle politiche locali per il lavoro, l'inclusione sociale, i percorsi di reinserimento dei disoccupati e cassa integrati".

Anche l'Italia adesso si appresta a Sperimentare il reddito minimo di inclusione anche se il Parlamento Europeo ha portato gli stati membri ad introdurre un vero reddito minimo garantito migliorando in questo modo i sistemi esistenti. Il problema per la politica è capire quando si distrugge e quando si crea, dove si distrugge e dove si crea.

Il ministro ha provato rassicurare i partner europei, e per quanto riguarda gli impegni dell'esecutivo giallo-blu sulla correzione da 0,3% del deficit annuo, ha spiegato che andrà forse leggermente rivista a causa del rallentamento dell'economia europea, "ma la Commissione Ue già se lo aspetta". Possiamo fare una riforma fiscale, ma l'impatto è dopo oltre un anno, quando ci saranno i saldi delle dichiarazioni dei redditi.

Comments