Inter, Nainggolan: "Mai vinto niente, magari la Juve sbaglia"

Adjust Comment Print

Oggi l'ex centrocampista della Roma, che indosserà la maglia numero 14, si presenta ai suoi nuovi tifosi: appuntamento fissato alle ore 13:00, presso Palazzo Parigi (Corso di Porta Nuova 1, 20121 Milano).

"Intanto ringrazio tutti. Sono contento di essere qui, non vedo l'ora di cominciare questa avventura". Mi sono trovato benissimo con Edin e adesso spero di trovarmi altrettanto bene con Mauro. Se la Champions League raggiunta dall'Inter è stata decisiva per la mia scelta? Sto facendo un altro passo importante nella mia carriera, ho ritrovato un allenatore importante e spero si possano ottenere presto dei risultati. Poteva finire diversamente, ma non voglio dire di più. Mi sono sentito importante, sono stato chiamato dal direttore e da altre persone che rappresentano l'Inter e questo mi ha fatto sentire importante. L'Inter mi ha fatto sentire importante.

"Perché volevo un numero con il 4 ma come ben sapete il 4 non è a disposizione e allora ho scelto questo". In questa società è stato ritirato e quindi ho scelto il più vicino a quello che fosse disponibile. È una strada lunga ma tante squadre si stanno muovendo bene.

La Juve vince da tanti anni e ogni si rinforza. Bisogna aspettare che loro sbaglino un campionato. Dembelé? Siamo cresciuti insieme, posso dire che è forte.

- Cos'è venuto meno con la Roma che ha portato al tuo addio?

Star Wars: Lucasfilm blocca ufficialmente tutti gli spin-off
Questa vicinanza può aver influito su una performance al di sotto degli standard di LucasFilm , che ha deciso di conseguenza di cambiare rotta.

Io faccio il giocatore, quando si parla di interessamenti non mi interessa. - "Icardi mi ha detto di sentirsi molto carico". Sono contento di ritrovare Spalletti.

Qual è la differenza tra Spalletti e Di Francesco?

Nel gennaio 2010 arriva il momento del grande salto in Serie A: è il Cagliari di Massimiliano Allegri a puntare le proprie fiches sul belga, che esordisce il 7 febbraio dello stesso anno proprio contro l'Inter, a San Siro, subentrando al posto di Jeda a 5' dal termine del match vinto 3-0 dagli uomini di Josè Mourinho. "Con lui arrivo sempre in area e ho l'opportunità di segnare, ma anche con Di Francesco ho fatto bene". - "Magari sì. C'è molto altro nella scelta di un club".

Guardo il lato positivo, senza Mondiale ho avuto più vacanze. Guardare le partite mi farebbe pensare che non ci sono e mi farebbe male. - "Porto i miei figli a scuola e dopo gli allenamenti mi piace vivere la vita".

Comments