Merkel: 'Accordo con 14 Paesi per respingimenti più veloci'

Adjust Comment Print

"La migrazione potrebbe diventare una questione esistenziale dell'Europa", ha dichiarato, "o la gestiamo o nessuno crederà più al nostro sistema di valori". "Questo è il nodo centrale del regolamento di Dublino 3".

La cancelliera tedesca anche stamani ha ribadito: "Non possiamo lasciare soli i Paesi in cui si verifica la maggior parte degli arrivi". Ma c'è anche molta attenzione ai movimenti secondari: "li dobbiamo regolare e guidare meglio". E qui mancano i soldi.

Il fronte migratorio, invece, ha visto uno snodo fondamentale nella politica tedesca delle porte aperte del 2015 la quale avrebbe avuto influenza anche altrove: "Durante la campagna referendaria britannica sull'Ue nel 2016, gli attivisti della Brexit hanno usato immagini di rifugiati in Germania come esempio di tutto ciò che era andato storto in Europa".

Stampa argentina contro Messi e Sampaoli che guarda avanti: "Non mi dimetto"
Proprio così, il numero 10 dell'Argentina è stato il tema principale affrontato da Deschamps . Oggi è stata una partita molto difficile ma abbiamo giocatori forti, con qualità e talento.

Merkel è nettamente contraria e ha minacciato indirettamente di sollevare Seehofer dal suo ruolo se dovesse dare seguito alle sue parole. Nella bozza delle conclusioni del decisivo vertice di domani a Bruxelles si legge - scrive Die Zeit - che tutti gli Stati membri si obbligano a intraprendere "misure interne legislative e amministrative" per evitare che i migranti dopo la registrazione si trasferiscano in altri Paesi. Lo ha scandito chiaramente Conte in Parlamento, prima alla Camera e poi al Senato. In primo luogo, è il risultato di un lavoro congiunto: la cooperazione europea ha prevalso rispetto alla scelta di un non accordo o di decisioni nazionali che non sarebbero state né efficaci né sostenibili. Sarà il Consiglio europeo dove l'Italia va a sottoporre agli altri le sue proposte, non a commentare quelle degli altri.

Il presidente del governo spagnolo può permettersi di dimostrare superiorità europeista anzitutto perché il discorso politico e mediatico in Spagna è molto meno degradato di quanto non lo sia in Italia, e poi perché la Spagna, fino a oggi, pur trovandosi sul Mediterraneo non è mai stato davvero un paese di primo approdo.

Comments