Thailandia, "è il giorno": inizia il recupero dei 13 calciatori

Adjust Comment Print

Thailandia - Uno dei soccorritori dei dodici ragazzi bloccati nella grotta di Tham Luang nel nord della Thailandia è morto nella notte, per carenza di ossigeno, mentre stava rientrando alla base dei soccorsi dal punto dove si trovano da ormai dodici giorni i ragazzi e il loro allenatore.

Verranno messi in salvo uno per volta, e ognuno di loro verrà guidato da due sub nel passaggio che porta all'uscita.

Acquazzoni forti potrebbero forzare la mano dei soccorritori, se il livello dell'acqua - estratta costantemente con decine di pompe - all'interno dovesse tornare a salire. I giovani calciatori hanno dagli 11 al 16 anni, la maggior parte non sa nuotare e nessuno ha esperienze di immersioni.

Secondo le prime indiscrezioni riportate dal Bangkok Post, i ragazzi saranno divisi in un primo gruppo di quattro persone, seguiti da tre gruppi di tre. Lo ha detto il portavoce delle operazioni di soccorso. La Thailandia già lo considera un eroe: come tantissimi thailandesi impegnati al campo base della grotta, Saman Guman aveva preso ferie dal suo lavoro per dare il suo contributo. Prajak e Nattawut sono stati portati in elicottero all'ospedale di Chiang Rai, a circa 60 chilometri.

Mondiali Russia 2018, semifinali: tabellone e accoppiamenti
Non da meno, William Hill moltiplica per 7.50 ogni euro puntato sul vantaggio anglosassone sia nel primo che nel secondo Tempo. Andando a dare uno sguardo ai numeri della sfida, la Svezia ha sin qui segnato 6 gol e subiti solo 2 in quattro partite .

Nel frattempo sono cominciate abbondanti le piogge annunciate: "abbiamo poco tempo per salvarli", dicono i soccorritori. Noi siamo pronti, e le condizioni sono ottimali per l'evacuazione.

La missione di salvataggio.

Il recupero ha avuto inizio alle 10 locali, le 5 in Italia. Le lettere sono state pubblicate su Facebook dai militari thailandesi che stanno soccorrendo il gruppo.

Per salvare i 12 ragazzi e il loro allenatore intrappolati dal 23 giugno nelle grotte di Tham Luang, si sta ipotizzando di utilizzare un tubo di una speciale gomma. Lo ha confermato il Ministero della difesa. I soccorritori temono che un ritorno della pioggia, che ha dato una tregua questa settimana, possa far rialzare il livello dell'acqua nella grotta, rendendo vani i tentativi di rendere praticabili i quattro chilometri di percorso - ancora in gran parte allagato - lungo cui dovranno essere trasportati i ragazzi. Intanto le squadre di soccorso stavano lavorando freneticamente per rimuovere pietre e altri ostacoli dall'uscita.

Comments