Lautaro si prende la 10: "Volevo l'Inter con tutto me stesso"

Adjust Comment Print

Durante la conferenza stampa, queste le tematiche trattate da Lautaro Martinez.

Che impatto hai avuto qui?

C'era un giocatore al quale si ispirava? Le cose stanno andando per il verso giusto, mi hanno accolto molto bene e stiamo lavorando agli ordini di Spalletti. Lavoriamo con il nostro allenatore con grande impegno. "Fin da bambino mi ispiro nel modo di giocare a Radamel Falcao".

"Dal primo momento in cui l'Inter è venuta a Buenos Aires per parlare con me, mi ha conquistato il progetto. Quello che ha influito maggiormente è che so di poter sfruttare le mie capacità per aiutare questa squadra".

FcIN - Club come Atletico, Real Madrid e Borussia Dortmund ti hanno cercato: perché l'Inter?

ALTRE OFFERTE - "Sicuramente ci sono stati dei contatti con altre squadre prima del mio ingaggio con i nerazzurri. Sin dall'inizio ho amato questa idea". Perché non si sentiva pronto o perché credeva che l'Inter fosse la squadra più adatta per lei? Con Mauro eravamo in contatto prima del mio arrivo, lo ringrazio per tutte le attenzioni, mi ha chiamato una settimana prima del mio arrivo. "Voglio conquistarmi un posto da titolare, come facevo al Racing". I primi giorni sono andati benissimo, qui ci sono valori formidabili anche dal punto di vista umano. C'è un'atmosfera rilassata che ti permette di lavorare al meglio con le idee chiare e divertimento. "Spalletti ha un'idea chiarissima, sappiamo tutti in che direzione dobbiamo andare per essere pronti a qualsiasi sfida".

Treno deraglia in serata: è una strage
Il treno con a bordo 362 passeggeri era partito da Kapikule , alla frontiera con la Bulgaria, ed era diretto a Istanbul . Il prefetto locale, Mehmet Ceylan , ha spiegato che i feriti sono stati elitrasportati in ospedale.

Sei pronto a essere il successore di Milito anche all'Inter?

DERBY - "Conosco benissimo le emozioni del campo, nel derby si affrontano due squadri rivali che danno il massimo". Diego mi ha spiegato cosa vuol dire essere un giocatore dell'Inter. Lui ha fatto tantissimo qui, a me non resta che dare il massimo per lasciare una buona immagine e mi piacerebbe ripetere le gesta di Milito. Infine, su San Siro, Lautaro dice: "Giocarci sarà impressionante", e su Milito: "Qui è stato fenomenale, ma adesso tocca a me fare altrettanto".

Un aneddoto della storia dell'Inter che le è rimasto impresso? Perché Lautaro sulla maglia e come nasce il soprannome di Toro?

"Ricordo che stavo andando in Brasile per una partita di Copa Libertadores, ho visto in tv che l'Inter perdeva 1-0 una partita importante per la qualificazione alla Champions". Una volta atterrati, l'Inter aveva vinto ed era fondamentale per la Champions. "Quando sono arrivato qui ho chiesto se era disponibile e sono molto felice di indossarla", che ha svelato anche l'idolo d'infanzia e il nome è sorprendente: "Da bambino mi ispiravo a Falcao, mi piacevano i suoi movimenti e il suo stile di gioco".

Hai mai visto un derby di Milano?

" L'ambiente che si respira dall'esterno è positivo".

Comments