RoboCop Returns: Neill Blomakmp dirigerà il nuovo riavvio della saga

Adjust Comment Print

Intitolato RoboCop Returns, il progetto è stato sviluppato da MGM per continuare il franchise iniziato nel 1987 con Paul Verhoeven. In attesa di saperne di più, comunque, Neill Blomkamp su Twitter ha confermato ufficialmente la sua partecipazione al progetto, dichiarandosi molto eccitato.

"Da quando sono diventato più grande, la parte che mi ha davvero colpito è la ricerca dell'identità". Mi piacque davvero molto e rimane un classico nel catalogo di fantascienza del 20° secolo; inoltre ha un subplot nascosto, profondo. Spero di riuscire ad avvicinarmi ad esso nel fare questo sequel. In realtà è proprio questo il mio obiettivo. Nonostante ciò, ha diretto nel frattempo solo altri due film (Elysium nel 2013 e Chappie nel 2015) mentre molte delle sue energie sono state catalizzate da un possibile sequel di Alien che invece è sfumato.

RoboCop Returns: Neill Blomakmp dirigerà il nuovo riavvio della saga
RoboCop Returns: Neill Blomakmp dirigerà il nuovo riavvio della saga

La cosa meravigliosa di questo film è come evolva nel tempo. Finché la componente umana è presente, una storia buona può funzionare in qualsiasi periodo di tempo, non è bloccata in un posto specifico della trama. L'altra cosa che mi entusiasma è la possibilità di lavorare di nuovo con Justin Rhodes. Questo è sicuramente un film che mi piacerebbe vedere. La MGM ha provato a lanciare nei cinema un reboot di RoboCop nel 2014 con il regista Jose Padilha e Joel Kinnaman, ma il film non ha avuto un gran successo al botteghino. Quando ricordi il modo in cui Ethan (Wayne) picchiò in Sentieri selvaggi, o Clint in Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo!, erano come poesie zen in una cultura action.

L'originale ebbe grande presa su di me da ragazzino. Quindi Mike e io abbiamo scritto una bozza e fatto un'intervista alle Barbados e penso che l'unica persona che l'abbia letto fosse Neill Blomkamp che ha messo in moto la macchina.

Ilva, Di Maio: "Ci aspettiamo di più dalla Arcelor Mittal" - Economia
In serata, Di Maio ha ribadito che i piani ambientali e occupazionali presentati da Arcelor Mittal "non sono soddisfacenti". Il tema della concorrenza di mercato, quindi, non sussisterebbe piu' dopo l'intervento regolatorio di Bruxelles.

Comments