CASELLE - Cristiano Ronaldo è atterrato oggi all'aeroporto di Torino

Adjust Comment Print

E ancora: "Mi farò trovare pronto, mi allenerò molto". Sono ancora molto giovane e mi sono sempre piaciute le sfide. Il suo sbarco avverrà alle 10 di domani all'aeroporto di Caselle ( ma non è escluso l'utilizzo di altri scali: in queste ore i programmi sono cambiati più volte) con il suo aereo Gulfstream comprato tre anni fa.

"Non sono triste e vengo qui perché questa è una sfida grandissima per la mia carriera". Bellissimo l'abbraccio fra i due, una sorta di santa alleanza in nome della Champions League, la coppa che i tifosi chiedono alla Juventus e a CR7. Il futuro con la Nazionale portoghese?

"L'idea folle è nata dopo la gara d'andata di Champions, da quel goal in rovesciata che ha segnato contro di noi e dalla standing ovation ricevuta - racconta Paratici a 'Sky Sport' - Jorge Mendes ci ha raccontato che Ronaldo è rimasto colpito dall'attenzione ricevuta, dicendoci che un giorno avrebbe voluto venire a giocare alla Juventus. Penso di non dover dimostrare nulla, ma sono ambizioso e non mi piace rimanere nella mia comfort zone, per questo voglio lasciare il segno anche nella storia della Juve". Non avrei mai sperato di vincere quello che ho vinto a livello collettivo e individuale.

A meno di una settimana dall'annuncio ufficiale dell'acquisto, Cristiano Ronaldo entra a far parte a tutti gli effetti della famiglia bianconera.

Ancelotti: "Stiamo a posto così. Mai chiesto top player"
Il portiere ideale per me è quello che para, poi che giochi con i piedi o che si arrampichi sugli alberi meglio, ma deve parare. Un colpo come Ronaldo fa bene anche ad Allegri. "La Juve non è il potere, è una squadra molto forte, un grande avversario".

"E' stato un momento speciale, essere accolto in questo modo ti dà motivazione. Ringrazio tutti i tifosi presenti quella sera e anche tutti quelli che mi hanno accolto così calorosamente oggi, qui a Torino". Come ho detto prima, è stata una storia fantastica quella col Real. La forma del trasferimento mi rende orgoglioso. "Di solito i giocatori sentono di aver concluso la loro carriera a 33 anni, ma io a questa età non mi sento assolutamente così".

"La Juventus è una delle migliori squadre al mondo, è una decisione presa da tempo ed è stata facile".

Ha deciso la data del debutto con Allegri? Sono elettrizzato e cercherò di fare del mio meglio. Ovviamente voglio sempre vincere, essere il migliore. "Com'era difficile vincerlo con lo United o il Real magari sarà difficile vincerlo qui". Spero di dare la risposta dentro il campo. Spero di portare un po' di fortuna a questa squadra. "Ho portato mio nipote Matteo, che è tifoso della Juve come mio figlio - spiega - Cosa cucinerei a Ronaldo?".

E nemmeno una domanda sulla rivalità con Messi e sui nuovi rivali in Serie A. "Io non ho rivalità con altri giocatori".

Comments