L’esito degli esami di Karamoh e Nainggolan, le condizioni…

Adjust Comment Print

Ci sono ancora molti punti di differenza tra noi e le prime della classe. Sarà una partita utile per dare continuità al nostro lavoro. Sono punti di riferimento fermi per la nostra squadra.

Ma con Roma e Napoli l'Inter se la può giocare tranquillamente?

CONFRONTO CON ROMA E NAPOLI - "Se si parla di Roma, Napoli e Juventus, il loro modo di giocare è consolidato, è forte il loro spirito e il loro carattere". Noi anche quest'anno abbiamo fatto vedere qualche alto e basso.

Vidal e Vrsaljko possono rientrare nel progetto Inter? "Per essere più precisi, ne deve parlare lui".

ESTERNO D'ATTACCO - "Quello dipenderà da tante cose". Noi abbiamo giovani interessanti e calciatori affermati come Candreva e Politano, abbiamo preso Salcedo che è un giovane interessante anche se deve fare un po' di strada per potersi confrontare a certi livelli ma ha qualità. Abbiamo Karamoh che ha dato segnali importanti lo scorso anno. Questo mercato è diventato sempre più difficile da affrontare, quando diventa più forte dei contratti bisogna essere pronti a cogliere ogni opportunità.

Ogni giorno parte un treno e bisogna essere pronti a cambiare biglietto immediatamente.

Salvini-Boeri, botta e risposta: dimettiti. No, i numeri non si fanno intimidire
Di Maio e il ministro dell'Economia Giovanni Tria rispondono alle accuse con un comunicato congiunto . Spesso non si distingue tra il presidente dell'Inps e il professore della Bocconi .

ICARDI E PERISIC? - "Assolutamente sì, sono due professionisti eccezionali". Essere arrivati in Champions gli ha creato degli stimoli nuovi. Nella scorsa stagione ci sono stati momenti che hanno consolidato l'amicizia tra calciatori e io ho a disposizione di un gruppo interessante sotto l'aspetto delle qualità ma anche dell'amicizia dei calciatori. Ieri ho parlato con Perisic che ha finito la festa per il Mondiale e diceva di sentirmi stanco per la lunghezza e il carico mentale causato dal cammino mondiale, ma non mi ha detto nulla sul voler rimanere a Milano con questi colori. Quelli che si sono scritti sui giornali sono un po' i nomi che lui dice a me. "Quello che ci è successo l'anno scorso può succedere di nuovo, siamo stati in bilico fino all'ultimo pallone". E' dentro i discorsi con Vrsaljko, Darmian e Zappacosta.

Nell'Inter ci sono abbastanza uomini forti? E andandoci a confrontare con altre squadre forti è l'unica possibilità per andare a lottare. "L'anno scorso ha fatto poche presenze in una squadra fortissima, ma che quest'anno verrà preso in considerazione perché è un calciatore forte". "Anche qui sta la differenza tra calciatore e campione".

PIU' CONTENTO PER CHAMPIONS O LAUREA DEI FIGLI - "Sono soddisfazioni importanti in due contesti diversi, uno da allenatore e uno da genitore".

"E' mio fratello, lo abbraccio".

Luciano Spalletti commenta a Inter Tv la sconfitta contro il Sion: "I nostri avversari hanno vinto meritatamente, si è visto subito che andavano più forte di noi". Ma è davvero così difficile gestirlo? - "Radja ha potenzialità anche fuori dal campo e non solo in campo (ride n.d.r.)". Se noi riusciamo a farlo sentire a casa sua, lui ci restituirà tutte le qualità che possiede. A decidere la sfida dello stadio 'Tourbillon' le reti di Neitzke al 27' (su errore del portiere Padelli) e di Baltazar al 52' ma a preoccupare i nerazzurri, che sono stati penalizzati dalle gambe pesanti dovute ai carichi della preparazione atletica e hanno commesso troppi errori, è stato l'infortunio capitato a Nainggolan.

Comments