Frattura alla vertebra: Nibali costretto al ritiro dal Tour

Adjust Comment Print

Ho visto le facce dei medici quando abbiamo fatto le lastre e non lasciavano trasparire buoni segnali. Poi ho spinto a tutta nonostante il dolore e in un momento ho pensato anche di poter rientrare. Lo Squalo, caduto a 4 km dall'arrivo della tappa odierna sull'Alpe d'Huez, ha rimediato la frattura di una vertebra - confermata dagli esami all'Ospedale di Grenoble - ed è stato costretto ad alzare bandiera bianca. "In quel punto la strada stringeva tanto, non c'erano le transenne" a dividere i ciclisti dal muro di tifosi.

Per tutto il tempo si era pensato che la responsabile della caduta di Nibali fosse stata una moto della Gendarmeria francese.

Ci consola soltanto parzialmente il bel gesto dei rivali dello squalo dello Stretto - Froome, Dumolin e Thomas - che per aspettare Vincenzo e continuare la gara all'insegna della sportività hanno occupato per intero uno dei tornanti della salita prima di proseguire. "Domeni tornerò a casa per un periodo di recupero".

Doppietta Mercedes in Germania. Hamilton trionfa dopo la rimonta
Al momento sono eliminati Ricciardo , Hamilton , entrambi già out, Sirotkin, Sainz e Alonso. Vengono eliminati dalla Q1: Ocon 16°, Gasly 17°, Hartley 18°, Stroll 19° e Vandoorne 20°.

Alpe d'Huez - Doveva essere la tappa regina del Tour de France 2018, con l'arrivo sulla leggendaria Alpe d'Huez, invece passerà alla storia come un clamoroso flop per l'organizzazione della Grande Boucle. Non so se avrebbe potuto vincere ma era sicuramente all'altezza della situazione. "Vincenzo è fuori dal Tour". Vedremo però che cosa farà oggi Alapihilippe e che ci dirà la strada: si parte! Non ho capito cosa sia successo.

"Poi, l'ennesima beffa di giornata, con la giuria che ha respinto il ricorso d'urgenza presentato dal Team Bahrain Merida, mirato a neutralizzare il ritardo di 13" di Nibali a causa dell'incidente, giustificando la decisione con la motivazione che si è trattato di un normale episodio di gara... "Il contraccolpo mi ha dato noia, mi ha bloccato la schiena". E' un po' come per il calcio, perchè in Gran Bretagna non ci sono le reti tra il pubblico e il terreno di gioco, e altrove sì?. Froome ha il diritto di correre in pace.

Programma che lo stesso Slongo, ieri in serata, ha voluto confermare, anche per esorcizzare timori e pessimismo di queste ore.

Comments