Un’eclissi di luna rossa tutta per noi

Adjust Comment Print

Tornando alla Luna, sembrerà leggermente più piccola del solito poiché avrà raggiunto l'apogeo (il punto in cui è più lontana dalla Terra) nella mattinata dello stesso 27 luglio.

In generale l'Eclissi di Luna è osservabile, come spiegano dall'INAF di Bologna "qualunque posto che non sia eccessivamente illuminato e che abbia visibile il Sud Sud Est". E' normale durante l'eclissi: la Luna non è raggiunta dalla luce diretta del Sole, quindi è illuminata dalla luce rifratta dall'atmosfera terrestre, in prevalenza rossa.

A ponente l'associazione Astrofili Orione proporrà non solo un'osservazione pubblica del fenomeno, ma coordinata con astronomi ed astrofili si cimenterà in una misurazione della distanza della Luna con il metodo della parallasse. Da quel momento e fino alle 23.13 la luna resterà eclissata, per uscire poco alla volta dall'ombra e tornare al suo splendore normale di Luna piena alle 00.19. Volontari che sono a disposizione degli appassionati per tutto l'anno con attività anche di divulgazione, per grandi e piccini. Il cono d'ombra della Terra proiettato sul nostro satellite, ne oscurerà il faccione candido, fino a nasconderla del tutto.

Per l'occasione il satellite si stringerà di rosso.

La durata dipende dalla distanza tra il nostro pianeta e il suo satellite. In realtà, l'eclissi comincia prima per finire alle 2.31 del 28.

FCA e Ferrari: oggi si decide (a sorpresa) il successore di Marchionne
Nasce FCA , società di diritto olandese, con domicilio a Londra e quotata sia a New York sia a Milano . Il cda sottolinea "la leadership e l'impegno straordinari che Marchionne ha dedicato all'azienda".

La prima fase dell'eclissi, quella di penombra, inzierà prima del sorgere della Luna, cioè pochi minuti prima delle 21.

Secondo la NASA, l'eclissi parziale inizierà alle 20.24 ora italiana, mentre l'eclisse totale inizierà alle 21.30 ora italiana e terminerà alle 23.13. Ecco la luna rossa!

Così Federico Garcia Lorca tratteggiava una visione della Luna, che risplende lattiginosa in queste nostre serate estive. La sera del 27 infatti ammireremo un altro spettacolo. Tecnicamente, infatti, si troveranno entrambi in opposizione.

A rendere questa eclissi ancor più particolare ci sarà anche una caratteristica colorazione rossastra della Luna dovuta all'assorbimento della luce solare da parte dell'atmosfera terrestre e la presenza nella stessa porzione di cielo di Marte, anch'esso in opposizione rispetto al Sole sarà più facilmente individuabile proprio grazie all'assenza della luce riflessa dalla Luna.

Comments