Marchionne: era in cura da più di un anno - Cronaca

Adjust Comment Print

"Da più di un anno si era sottoposto a diverse cure per una grave malattia". L'Universitätsspital di Zurigo ha confermato che l'ex ad di Fca era un paziente della struttura.

L'ospedale, riferisce l'agenzia di stampa svizzera Ats, ha precisato che durante la degenza "si è fatto ricorso a tutte le possibilità offerte dalla medicina di punta, ma - dicono dall'ospedale con un linguaggio più che asettico e, per certi versi, imbarazzante - il signor Marchionne purtroppo è deceduto. Ne siamo estremamente dispiaciuti ed esprimiamo alla famiglia le nostre sentite condoglianze". "Lo stato di salute è materia del, o della, paziente e dei familiari".

"Sergio Marchionne è stato un paziente di Usz - si legge nella nota ufficiale dell'ospedale -".

Hamilton finisce sotto indagine ma se la cava soltanto con una reprimenda
Siete ormai abituati che quando c'è un Back To Back tendo a raggruppare il tutto alla fine del secondo appuntamento. I fischi uditi da Lewis nel corso del fine settimana non lo hanno evidentemente infastidito.

L'ospedale di Zurigo ha anche ammesso come il comunicato è stato emesso per "frenare il susseguirsi di ulteriori speculazioni". Fca non è in grado di commentare le dichiarazioni dell'ospedale di Zurigo.

Fca spiega di non essere "in grado" di replicare alle dichiarazioni dell'ospedale, perché "per motivi di privacy sanitaria, la società non aveva conoscenza dei fatti relativi allo stato di salute del dottor Marchionne". La giornata negativa, segnata dai risultati del secondo trimestre 2018 (debito azzerato - come anticipato dallo stesso Marchionne - ma crollo dell'utile netto a 754 milioni, in diminuzione del 35%) ha lasciato il passo ad una ripresa. Bene anche le altre società della galassia: Ferrari è cresciuta del 2,5% e Exor del 3,88%. Numeri arrivati proprio nel giorno della scomparsa di Sergio Marchionne, la cui successione ai vertici della galassia Fca era stata anticipata nel weekend con una riunione di urgenza dei cda.

Le sfide per il nuovo ad Mike Manley sono tante. E nella mattinata di mercoledì 25 luglio ha dato l'annuncio della morte. Con le prime indiscrezioni sul peggioramento delle condizioni di salute del manager, che non aveva annullato nessun appuntamento in agenda e si preparava alla presentazione di una delle ultime trimestrali sotto il suo turno di guardia, sono scattate le misure a tutela della privacy.

Comments