Daisy Osakue, nazionale italiana di atletica, aggredita. Pd: allarme razzismo

Adjust Comment Print

Daisy Osakue è stata ferita domenica sera a Moncalieri quando da un furgoncino di passaggio è iniziato un lancio di uova contro il gruppo delle sue amiche. Ho sentito un colpo fortissimo all'occhio - ha proseguito - lì per lì non ho capito cosa fosse, mi sono messa a urlare, ho visto liquido nelle mani, ho temuto fosse acido. La primatista italiana è stata trasportata all'ospedale Oftalmico di Torino, dove è stata riscontrata una lesione alla cornea e - riferisce l'Ansa - sarà necessario un intervento per rimuovere un frammento del guscio dell'uovo.

I genitori sono nigeriani ed entrambi avevano fatto sport, papà judoka e mamma giocatrice di pallamano: la prima passione sportiva di Daisy era invece stato il tennis, praticato per sei anni prima di presentarsi sull'impianto di atletica della Sisport nel 2008. Lo scorso aprile Daisy Osakue, campionessa italiana under 23 di lancio del disco, ha effettuato un lancio di 59,72 metri, la quarta migliore prestazione di sempre tra le discobole italiane. "Quando però si passa all'azione, significa che si è superato un altro muro" ha sottolineato. Daisy al momento dell'aggressione era da sola: i carabinieri rendono noto che i l Fiat Doblò da cui la scorsa notte è partito il lancio di uova era già stato segnalato per altri lanci nei giorni scorsi.

Da quel punto di vista, la vicenda per fortuna sembra potersi risolvere senza ulteriori conseguenze: "È soltanto una abrasione".

Formula Uno: Hamilton trionfa a Budapest
Il secondo pilota della Mercedes ha poi dovuto cedere anche il quarto posto a favore di uno scatenato Ricciardo . Vettel , nonostante le gomme più nuove e più morbide non riesce ad avvicinarsi a Bottas .

Immediate le reazioni. "Chi nega la spirale razzista che sta crescendo nel Paese se ne rende complice". "E' ora di smetterla di sottovalutare le aggressioni ai danni di persone che come unica colpa hanno quella di avere un diverso colore della pelle".

Ecco la sua video intervista a La Stampa in cui racconta per filo e per segno l'accaduto, anche se è prematuro stabilire se alla fine si sia trattato di gesto di razzismo, atto di delinquenza comune, bravata o quant'altro. "Forza Daisy che l'Italia ha bisogno di te ai prossimi europei di atletica". Così su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

L'aggressione poco dopo l'una di notte a Moncalieri.

Comments