Decreto dignità approvato della Camera. Dalle assunzioni alle slot: le novità

Adjust Comment Print

La Camera ha ora approvato alcune modifiche alla rigida disciplina dei PrestO che si potranno usare come i vecchi voucher nel settore agricolo e negli Enti Locali e dagli alberghi e dalle strutture ricettive che hanno fino a 8 dipendenti.

Nell'ambito della scuola sono stati prorogati i contratti delle maestre fino al 20 giugno 2019, con la possibilità di essere ammesse in ruolo attingendo alle varie graduatorie. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Infatti, prevede anche una serie di misure volte a limitare il gioco d'azzardo.

I punti principali del decreto approvato a inizio luglio sono la riduzione da 36 a 24 mesi della durata massima dei contratti a termine, la reintroduzione delle causali dopo i primi 12 mesi, le misure contro le delocalizzazioni delle imprese, la stretta sui giochi, e nel capitolo fiscale l'esclusione dallo split payment dei professionisti. Nel decreto le norme per la tutela dei lavoratori.

Sempre nel testo passato alla Camera, è previsto lo stop alle pubblicità riguardanti il gioco d'azzardo (escluso il Lotto e le altre lotterie in differita cioè quelle che prevedono l'estrazione dei vincitori in un momento successivo alla giocata); oltre un'inasprimento delle sanzioni per chi contravviene al divieto.

Parla di "un primo importante passo in avanti per la lotta al precariato, il contrasto all'azzardo e la semplificazione fiscale" il premier Giuseppe Conte.

Tifosi Napoli contro acquisto del Bari
Ho cercato di spiegarglielo, ma non ha capito: io non volevo assolutamente fare l'allenatore ma semplicemente dargli un aiuto. Ora comincia una cavalcata per tornare in Serie A: l'obiettivo è impiegarci 3 anni. "Vogliamo un cambiamento epocale".

Dopo 12 mesi, scatta l'assunzione automatica se non ci sono casuali: immediato il passaggio da un contratto determinato a indeterminato se si superano i 12 mesi di lavoro.

Assunzioni stabiliAnche nel periodo 2019-2020 verrà erogato il bonus assunzioni che copre il 50% dei contributi dei lavoratori under 35 (le norme attuali contemplano solo gli under 30) per un periodo di tre anni e con un tetto di 3mila euro.

PERIODO TRANSITORIO FINO AL 31 OTTOBRE - La stretta non si applicherà subito anche ai contratti in corso, ma scatterà da novembre. Dall'entrata in vigore della legge al 31 ottobre rimarranno in vigore le vecchie regole. La novità più "roboante" per i media - ma anche di minor impatto per i consumatori - sarà l'introduzione della scritta "nuoce alla salute" sui Gratta & Vinci e le sale slot, esattamente come accade già per le sigarette.

CONTRATTI A TERMINE E SOMMINISTRAZIONE FINO AL 30% I contratti a tempo determinato e quelli in somministrazione non possono superare il 30% dei contratti a tempo indeterminato dell'impresa.

STOP AUMENTI CONTRIBUTIVI PER COLF E BADANTI Per il lavoro domestico non scatteranno gli aggravi contributivi dello 0,5% previsti dal decreto dignità per i rinnovi dei contratti a termine. Come già previsto potranno essere utilizzati come forma di pagamento per il lavoro di pensionati, disoccupati, studenti fino a 25 anni e percettori di forme di sostegno al reddito.

Comments