Pensioni, Cgil a Di Maio: nessun privilegio per sindacalisti

Adjust Comment Print

Discorso diverso per la ormai nota Quota 41, che permetterebbe di andare in pensione con 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica. Il 23 giugno scorso Luigi Di Maio diceva: "Vogliamo finalmente abolire le pensioni d'oro che per legge avranno un tetto di 4/5 mila euro", aggiungendo che "quest'estate, per i nababbi a carico dello Stato, sarà diversa".

Taglio delle pensioni d'oro rimandato a settembre.

Quello che può considerarsi solo un "antipasto" dell'annunciata riforma Fornero, dovrebbe costare attorno ai 4 miliardi: sommando questa cifra al reddito di cittadinanza e alla flat tax, gli altri due passaggi reputati dal governo giallo-verde le madri delle battaglie politiche che hanno portato alla vittoria il 4 marzo, i costi per lo Stato previsti nella prossima legge di Bilancio dovrebbero arrivare a quasi 27 miliardi. E la misura, che dovrebbe costare attorno ai quattro miliardi, sarà inserita nella prossima legge di Bilancio che salirebbe così a circa 26-27 miliardi, in linea, ha osservato la maggioranza, con il 'peso' delle manovre degli ultimi anni dei governi a guida Pd.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 02 ago - "Innanzitutto - ha esordito Di Maio - tengo a ribadire in quest'Aula che questo Governo, cosi' come e' previsto dal contratto di Governo, vuole mettere fine a tutti i privilegi, vitalizi, auto blu e pensioni di privilegio".

Pompeo a Russia e Cina: "non violate sanzioni" contro Nordcorea
La richiesta di Pompeo perché i progressi sulla denuclearizzazione sono lenti. La Corea del Nord finora non ha rilasciato commenti sull'indagine.

Per questo motivo la Quota 100 sarà l'unica misura di flessibilità che vedrà la luce il prossimo anno. L'uscita dal lavoro a 64 anni, dunque con la Quota 100, potrebbe comportare un taglio dell'assegno di almeno l'8% secondo una prima stima. Il Governo è già al lavoro, in collaborazione con l'INPS, per eliminare le pensioni d'oro e interverrà allo stesso modo anche per i sindacalisti, le cui pensioni sono calcolate ancora con il sistema retributivo, in quanto risultano agganciate allo stipendio degli ultimi anni di servizio.

Per Quota 100 si fa avanti l'ipotesi del requisito di età a 64 anni come limite di età minimo: negato quindi l'accesso alla pensione anticipata per coloro che possono "vantare" più anni di contributi ma età al di sotto della soglia. Assolutamente no. La Pensione Quota 100, infatti, non andrebbe a sostituire la pensione di "vecchiaia".

La prima è che il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ha suggerito ai due partiti di governo di non farsi concorrenza a suon di annunci sul terreno economico. Si ritornerebbe, in somma, al periodo precedente alla Riforma Fornero.

Comments