Pompeo a Russia e Cina: "non violate sanzioni" contro Nordcorea

Adjust Comment Print

Una denuncia che sembra avallare i timori di quanti sostenevano che gli impegni presi da Kim Jong-un con Donald Trump al vertice di Singapore fossero troppo generici.

Tra l'altro il Paese, dice ancora il rapporto, farebbe ricorso a "un massiccio aumento" di contrabbando, attraverso trasporto marittimo, di prodotti petroliferi colpiti dalle sanzioni e avrebbe anche in atto un piano per vendere armi all'estero. In un rapporto stilato dagli esperti indipendenti commissionato dal Consiglio di Sicurezza è stato comunicato che Pyongyang non ha fermato il suo programma missilistico e nucleare.

Il ministro degli Esteri nordcoreano, dal canto suo, ha criticato l'avvertimento degli Stati Uniti a Russia e Cina a non violare le sanzioni internazionali imposte alla Corea del Nord. Ad un 2017 in cui è stato mattatore assoluto della scena, con venti di guerra [VIDEO] che soffiavano intensi sulla penisola coreana a causa dei continui test missilistici (alcuni dei quali hanno violato lo spazio aereo giapponese), è seguito un 2018 all'insegna della distensione.

Higuain e Cristiano Ronaldo potevano giocare insieme nella Juventus?
Ecco quanto emerso: "Siamo stati felici di essere coinvolti nelle quattro partite giocate qui in vista della stagione".

La Corea del Nord ha, ancora, continuato a percepire entrate dalle sue esportazioni illecite, in particolare ferro e acciaio alla Cina, all'India e ad altri paesi, per un ammontare di 14 milioni di dollari da ottobre a marzo scorso.

La Corea del Nord finora non ha rilasciato commenti sull'indagine. La richiesta di Pompeo perché i progressi sulla denuclearizzazione sono lenti.

Il segretario di Stato statunitense ha inoltre dichiarato che nonostante le tensioni tra Usa e Turchia sulla detenzione del pastore evangelico americano, Andrew Brunson, Ankara resta alleato chiave della Nato.

Comments