Caso vaccini, Arru: "Non cancellare l'obbligo". L'ordine dei medici: "No al rinvio"

Adjust Comment Print

Ne dà notizia Palazzo Albornoz, aggiungendo che una comunicazione simile sarà inviata a breve anche alle famiglie cesenati con figli iscritti alle scuole statali e che non risultano aver effettuato tutti i vaccini previsti dalla legge.

Il segretario Maurizio Martina promette ostruzionismo affinché la proroga non passi: "Siamo pronti anche all'ostruzionismo in Parlamento se il governo, la Lega e i Cinque Stelle non faranno marcia indietro sul folle rinvio dell'obbligo dei vaccini per i bambini". Secondo il mondo scientifico, la norma rischia di far cadere l'obbligatorietà dei vaccini allontanando l'Italia dal raggiungimento dell'obiettivo della cosiddetta "immunità di gregge", indispensabile per tutelare la salute pubblica, ed esponendo a gravi rischi soprattutto i bambini immunodepressi o con patologie che non consentono la vaccinazione, almeno 10 mila nel nostro Paese. Tuttavia, ha già precisato la ministra Grillo, "la mancata presentazione della documentazione non comporterà la decadenza dell'iscrizione scolastica". Il presidente della Liguria, Giovanni Toti, ha invece dichiarato di essere "favorevole ai vaccini e penso - ha detto - che la gente si debba vaccinare, ma con il convincimento, non con la coercizione".

Tuttavia - in attesa che il decreto venga convertito definitivamente in legge con il passaggio alla Camera, previsto però non prima di settembre per la pausa estiva - le famiglie con la riapertura delle scuole dovranno ancora presentare l'autocertificazione. "Siamo dirigenti e siamo obbligati a rispettare le leggi in vigore".

Dopo le parole dell'assessore alla Sanità della Regione Piemonte e Coordinatore della Commissione Salute della conferenza delle Regioni Antonio Saitta il quale ha accennato all'ipotesi di un ricorso delle Regioni perche' la Sanita' "non e' una materia esclusiva di competenza dello Stato", e' subito arrivata la risposta della maggioranza.

Suso: "Il mio futuro? Al Milan sto bene"
Per esempio che è uno di quei giocatori di cui Gattuso non si priverebbe mai e lui stesso parrebbe (molto) ben intenzionato. Sulla cessione di Bonucci: "Perderemo leardship ed esperienza, ha portato tante cose in una squadra molto giovane".

Dalla Federazione nazionale Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo) è arrivato un appello: "Sulle vaccinazioni lanciamo un appello al Parlamento, perché, nelle sue decisioni, rispetti sempre la scienza e metta il Ministro della Salute, Giulia Grillo, nelle migliori condizioni per lavorare". "Nessun passo indietro sull'obbligo vaccinale".

"Bimbi immunodepressi in classi di vaccinati" - "Insieme al ministro dell'Istruzione garantiremo a tutti i bambini immunodepressi, quelli che non possono scegliere se vaccinarsi o meno, l'adeguata collocazione in classi in cui è assicurata la copertura vaccinale".

Sull'argomento interviene anche la ministra della Sanità, Giulia Grillo, che sottolinea come l'iniziativa della deroga sia parlamentare, e non governativa, quindi non riconducibile al suo dicastero. Ossia uno strumento razionale e di buon senso che contempera il diritto alla salute collettiva e individuale.

Comments