Chievo-Juve è salva: il processo si terrà solo a settembre

Adjust Comment Print

La calendarizzazione processuale agevola la permanenza in massima categoria del Chievo. Ma adesso in qualche modo ci sono anche le prime certezze.

Tali compravendite sono state effettuate con la "complicità" del Cesena, penalizzato di 15 punti nel campionato 2018/19, una sanzione che tra l'altro non sconterà in quanto la società è fallita. In caso di penalizzazione i punti andrebbero scontati nella stagione 2017-2018, il che vorrebbe dire che i clivensi sarebbero retrocessi in Serie B, con conseguente ripescaggio dei pitagorici. Faranno giocare la Serie A ad una squadra che non è nelle condizioni di poterlo disputare.

Perchè Ue, Francia, Germania e Gran Bretagna criticano Trump su Iran
Dure le parole da parte del numero uno americano che ha confermato la linea dura contro l'Iran ma soprattutto ha lanciato un chiaro avvertimento agli altri Paesi.

La storia delle plusvalenze fittizie riguarda 3 stagioni e nell'atto del deferimento per il presidente Campedelli e gli altri dirigenti è evidenziato il meccanismo usato dalle due squadre e per cui sono finite giustamente sotto accusa: aver messo a bilancio con valori gonfiati la i contratti di alcuni giocatori garantendosi un patrimonio nettamente superiore a quello reale.

Una indagine che potrebbe portare sin da subito dall'acquisizione e da sequestri di documenti sia nella sede dell'AC Chievo che in quelli della Procura e del Tribunale federale sportivo che, intanto, con una scelta di rara spregiudicatezza, ha convocato il processo sportivo a carico del Chievo per il prossimo 12 settembre, quando sarà praticamente impossibile retrocedere la società veneta per illeciti amministrativi eventualmente riscontrati.

Comments