Ambra: "Allegri, nessuno è come te"

Adjust Comment Print

La conduttrice da qualche tempo è sentimentalmente legata a Massimiliano Allegri, una persona che è riuscita a farla di nuovo innamorare, l'unico uomo, dice lei, in grado di "abbracciarmi senza stringermi". A distanza di 12 mesi la bella ex presentatrice dei 'Non è la Rai' parla per la prima volta della sua storia d'amore con Allegri e del loro rapporto speciale. Era incerta, insicura, la showgirl e attrice: "Sentendomi meno capace di quel che avrei voluto essere, non eccepivo su niente per questione di opportunità". Tacevo ed era un male. "E poi ci siamo incontrati".

Disastro Genova: Chi è Samuele, la vittima più piccola della tragedia
Dove il premier ha prima tenuto un vertice con protezione civile, autorità locali e i ministri Di Maio e Toninelli. Non si sa se per convinzione sua o per salvare il governo , Burlando bloccò il passante che si stava costruendo.

"Mi ha fatto risolvere - aggiunge - il conflitto con me stessa che mi faceva sembrare ostica, una persona con un carattere difficile". Nel tempo poi, la rabbia l'ho cancellata e nel corso degli anni ho imparato a dare il giusto peso a quello che gli altri dicevano di me e alle critiche che per molto tempo non mi hanno lasciata indifferente. Un'Ambra che ci da la possibilità di scoprire un Allegri diverso, inedito: "Non mi interessa che qualcuno capisca né che la cosa piaccia o dispiaccia. Finché non ti concedi la possibilità di sentire il dolore sulle tua pelle non solo non risolvi i tuoi problemi ma non fai un solo passo in avanti verso la verità". Nella vita privata Massimiliano è così, simpatico e spavaldo, ma anche molto umile e rispettoso. "Due anni fa il mio cuore ha smesso di battere per una persona gigantesca (Francesco Renga, ndr) e poi è stato rianimato da un altro uomo (Allegri, ndr) che lo ha fatto con una dolcezza che non si può raccontare". E ha rivelato che, dopo che la storia con l'ex vocalist dei Timoria è terminata, Ambra ha avuto bisogno di rifocalizzarsi su di sé perché se lei non si sente soddisfatta poi tutto il suo mondo ne risente: "Quando è tramontata la storia precedente avevo bisogno di fare qualcosa per me". Ho strappato un velo e non l'ho fatto né per altruismo, né per bontà, né tantomeno come dicono in tanti facendomi inca***e, per i figli. "Avevo bisogno di brillare perché se non brillo io e non sono felice non possono esserlo neanche le persone alle quali voglio bene", ha aggiunto. Con Allegri, svela Ambra, si sono conosciuti scrivendosi. Un allenatore attento ai dettagli, ma che in ogni occasione si defila per non prendersi tutti i meriti di un successo, lavora con umilità ogni giorno e chi sta al suo fianco nella vita professionale lo considera un grande professionista ma non legato alla vanagloria.

Comments