Crollo del ponte Morandi: 38 vittime accertate e "ancora 10-20 dispersi"

Adjust Comment Print

Le macerie hanno travolto anche alberi e fili dell'alta tensione, oltre ad alcuni tralicci. A dirlo è Settimo Martinello, direttore generale di 4 Emme, società di Bolzano che si occupa di ispezioni e verifiche sullo stato dei ponti. Era in corso un consolidamento - Autostrade per l'Italia comunica che "sulla struttura - risalente agli anni '60 - erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione"."I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova", assicurano le Autostrade. Durante la non semplice e spettacolare manovra, il mezzo ha dovuto evitare altri camion e auto in attesa di uscita. La donna è stata condotta in camera iperbolica all'ospedale San Martino. Secondo la Procura di Genova, che ieri ha effettuato un sopralluogo diretto dal procuratore capo Francesco Cozzi, l'errore sarebbe umano e non si tratterebbe di una fatalità. Non si conoscono ancora le cause del rogo. I vigili del fuoco sono al lavoro ma non hanno ancora individuato vittime. Intanto prosegue la ricerca dei dispersi sepolti sotto le macerie del viadotto.

Un ponte autostradale è crollato poco prima delle 12 a Genova: si tratta del ponte Morandi, struttura lunga 1 km e alta circa 45 metri che permette all'Autostrada A10 di attraversare il fiume Polcevera, all'altezza dei quartieri di Sampierdarena e Cornigliano. Entrambi vivi. I medici del 118 accertano che i feriti si possano spostare. A Parigi aperta un'inchiesta per omicidi colposi. Sul ponte Morandi si é aperta la sfida. Tra condizioni climatiche instabili, lamiere e macigni di cemento, civili e vigili del fuoco scavano imperterriti. In Italia, purtroppo, si agisce quasi sempre sull'onda emotiva di una tragedia, per poi procedere a svilire i contenuti di un provvedimento deroga dopo deroga.

Sono stato a Genova e in Liguria decine e decine di volte, ad Albaro, Nervi, Sant'Olcese, Sanremo, Loano, Bordighera, Recco.

Calciomercato, Modric: non è finita, l'Inter attende ancora
Il calciomercato in Italia chiude tra due giorni e la possibilità che Modric vesta la maglia dell'Inter diminuisce sempre di più. L'Inter non molla Luka Modric , sogno alimentato dalla volontà tuttora intatta del croato di lasciare il Real Madrid .

I soccorritori hanno trovato diversi mezzi schiacciati sotto le macerie con persone morte all'interno. E che, nel contempo, la giustizia si impaludi, come succede spesso in Italia, in un limbo ove tutti hanno un po' di responsabilità e nessuno ne ha piena; e la politica si dimentichi delle solenne promesse fatte in queste ore e, senza attivare quei processi atti a evitare future tragedie, si concentri di nuovo sul presente più immediato. A provocarlo, probabilmente, le scintille provocate per tagliare i tondini d'acciaio. "Chi lo pagherà sarà Autostrade, chi lo costruirà lo valuteremo", ha aggiunto in proposito il sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi. La Commissione ispettiva è incaricata di svolgere verifiche e analisi tecniche sul crollo. Si affacciano su zone antropizzate in modo indiscriminato, in cui i letti dei torrenti sono stati sfruttati e tombati, costruendo quartieri grigi, dove i palazzoni si mescolano ai capannoni e agli edifici industriali...

Mentre a Genova si sta lavorando ad una viabilità alternativa al ponte, con passaggi sull'Aurelia, dalla prossima settimana servirà pensare a costruire qualcosa di nuovo per non lasciare il capoluogo ligure isolato dal ponente.

Comments