James Gunn: la Disney non riassumerà il regista, è ufficiale!

Adjust Comment Print

Gli ultimi aggiornamenti sulla "questione James Gunn" arrivano da Variety. James Gunn è stato licenziato a luglio da regista di Guardiani della Galassia vol.3 direttamente da Alan Horn della Disney dopo che, alcuni suoi tweet vecchi di dieci anni, in cui scherzava su temi pesanti come pedofilia e stupro, hanno fatto la ricomparsa in rete, gettando la figura del filmaker nello 'scandalo' nell'era del MeToo.

I fan Marvel dovranno farsene una ragione, James Gunn NON verrà reintegrato in cabina di regia di Guardiani della Galassia 3, la Disney ha confermato il licenziamento. Una riunione definita pacifica, che però non ha cambiato la decisione presa lo scorso luglio.

Parma, domani le visite di Grassi. In arrivo anche Inglese… e Benalouane
Secondo quanto riportato da TuttoNapoli.net i nomi al momento più probabili sono quelli di Andrea Belotti e Mario Belotti. Infine, i tifosi azzurri che sognano l'arrivo di un grande attaccante nonostante le recenti ottime prestazioni di Milik .

Insiders indicano che Kevin Feige era fuori città e impossibilitato a partecipare all'incontro, ma sarebbe rimasto anch'egli della posizione di non reintegrare il regista. Dave Bautista ha persino minacciato di abbandonare l'ingaggio se non avessero utilizzato la sceneggiatura del regista ed è stato critico nei confronti della decisione della Disney di licenziare Gunn.

La nostra speranza è che ciò che è emerso possa servire da esempio per tutti noi per renderci conto dell'enorme responsabilità che abbiamo per noi stessi e gli uni verso gli altri riguardo l'uso delle nostre parole scritte quando le incidiamo nella pietra digitale; la società può imparare da questa esperienza e in futuro ci penserà due volte prima di decidere cosa vogliamo esprimere, e imparare in tal modo forse potrà servire a migliorare la capacità di aiutare e guarire invece di ferirsi a vicenda.

Comments