India, inondazioni nello stato del Kerala: le difficili operazioni di soccorso

Adjust Comment Print

Il governo del Kerala ha detto che tutti i 14 distretti amministrativi statali sono stati coinvolti nelle alluvioni e ha avvertito la popolazione che ci potrebbe essere il rischio di affrontare una "crisi estremamente grave". Centinaia i soldati mobilitati dalle autorità locali, che coordinano gli sforzi per mettere in salvo quanta più gente possibile. Altissimo anche il numero degli sfollati: secondo la Bbc online, sono almeno 150mila.

Oltre 350 persone, di cui 220 negli ultimi 11 giorni, sono morte nel Kerala a causa dei monsoni che stanno devastando lo stato nel sud dell'India da maggio. La brutta notizia è che le previsioni meteo non prospettano un miglioramento della situazione nell'immediato: le piogge dovrebbero iniziare a ridurre d'intensità a partire dal 19 agosto.

I campi di emergenza allestiti dalla Protezione civile per i senzatetto sono circa 1500.

Genova: Salvini nella città ligure per cercare di fare chiarezza
Gli sfollati sono costantemente seguiti sia dalla protezione civile che dai vigili del fuoco con un impegno straordinario. Ma quali sono questi interventi? Il 4 settembre si voteranno le risoluzioni sulle comunicazioni del governo.

Le persone che hanno dovuto lasciare le loro case sono 223'000. Un parlamentare ha riferito di circa 50.000 case distrutte dalle inondazioni.

La misura, in presenza di rovesci stagionali nella media, avrebbe scongiurato il peggio, ma secondo le stime diramate pochi giorni fa dall'Indian Meteorological Department, tra il primo giugno e il 17 agosto 2018 il monsone keralese ha registrato un incremento del 160 per cento rispetto alla media: non succedeva dal 1924. Le piogge monsoniche si sono abbattute da giorni in quella zona del mondo, provocando allagamenti e distruzione, ma soprattutto vittime. L'ultimo bilancio riportato dall'Economic Times in India parla di almeno 114 morti.

Anche alcune zone della capitale commerciale del Kerala, Kochi, sono state sommerse dall'acqua, danneggiando strade e ferrovie che attraversano lo Stato causando danni e disagi alla circolazione. Quest'anno le piogge monsoniche sono state anormali in India, visto che si è calcolato che è scesa il 30% in più di acqua rispetto alle altre annate.

Comments