Moody's rinvia il giudizio sul rating dell'Italia

Adjust Comment Print

Per quanto riguarda le altre due Agenzia di rating, S&Poor's e Fitch, il giudizio di entrambe è pari a BBB, solo due gradini sopra al livello "junk" (spazzatura) che inizia con la BB.

Moody's, tra l'altro, nel ritenere che il recente Dl dignità non sarà in grado di dare una spinta significativa in Italia al lavoro stabile, ha posto l'accento sul fatto che restano contraddittorie le posizioni del Ministero dell'Economia, e dei ministri del Lavoro e dell'Interno, ovverosia dei due vicepremier, in merito al reddito di cittadinanza ed alla flat tax. L'agenzia di rating ha comunicato ieri che il proprio giudizio sulla nostra economia arriverà soltanto dopo la nota di aggiornamento al Documento economico e finanziario (Def), attesa a fine settembre, che illustra le previsioni economiche e la strategia politica del governo per i prossimi tre anni, per una eventuale revisione al ribasso del rating italiano, attualmente a Baa2.

Juventus, Allegri: "Partita utile a capire le difficoltà, Ronaldo impressionante"
Inferiore il suo peso specifico nella prima mezz'ora, nella quale i bianconeri erano in pieno controllo della partita. Massimiliano Allegri ha invece vinto 13 degli ultimi 15 incroci da allenatore contro il Chievo in Serie A (2N).

In una nota Moody's ricorda di aver messo sotto osservazione per un eventuale abbassamento il rating dell'Italia 'Baa2' lo scorso 25 maggio. Il primo passo, il decreto dignità, viene infatti definito "un lieve cambiamento" che ridurrà la flessibilità del mercato del lavoro e non porterà, nonostante le intenzioni, ad un sostanziale aumento dei contratti a tempo indeterminato.

L'agenzia di rating Moody's, ha rinviato la decisione in merito al possibile downgrade (revisione al ribasso del giudizio sul merito di credito) del debito pubblico italiano. Ma in questo caso - si legge ancora - Moody's sta prolungando tale periodo per avere una maggior chiarezza sul percorso fiscale del Paese e sulla sua agenda delle riforme.

Comments