‘Febbre del Nilo', parte la disinfestazione a Udine

Adjust Comment Print

Sono altre sei le persone ricoverate al Poma per il virus della West Nile, tutte anziane e con malattie neuro invasive, ora in via di guarigione. Domenica è entrata in coma e non si è più ripresa.

E' stato notificato al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine un caso confermato di virus West Nile (Wnv) autoctono, trasmesso dalla zanzara genere Culex pipens (zanzara comune) in un residente del Comune di Udine (si tratta del 34enne di cui già abbiamo scritto).

In una percentuale ridotta dei casi la malattia si manifesta con una malattia a carattere neuro-invasivo quale l'encefalite. Nel prima caso, un uomo di 55 anni di Rho e un anziano di 74 anni di Pregnana Milanese sono stati infettati, anche se il numero di casi è in perfetta linea con quello degli altri anni. Due pazienti anche in Sardegna, precisamente in provincia di Oristano, entrambi anziani.

Attacco con coltello in Francia: un morto
Gli inquirenti restano prudenti sulle motivazioni dell'aggressione, e non è esclusa la pista di una lite per motivi familiari. Una persona è morta e altre due sono rimaste ferite in un attacco con coltello a Trappes , alla periferia di Parigi .

Nuovo caso di febbre del Nilo occidentale nel Comune di Legnago. La regione più colpita è senza dubbio il Veneto, dove oltre ai quattro casi di Legnago, si sono registrati ben 5 decessi fra Padova, Verona e Treviso. L'ultimo infetto sarebbe una giovane donna, che ha presentato i classici sintomi della Febbre del Nilo, quindi mal di testa e febbre molto alta. Da qui l'appello di Bassetti ai centri periferici di pensare al West Nile quando si deve diagnosticare casi come questi e riferire a Udine o Trieste.

La donna non è comunque in pericolo di vita, visto che il virus è stato contratto in forma lieve e non aggressiva.

In particolare, per via Stoppani, via Slavacchio e via Petrarca è previsto un intervento adulticida a cannone aperto nel raggio di 200 metri (dalle ore 22.00 di venerdì 24 agosto 2018 alle ore 3.00 di sabato 25 agosto 2018), un trattamento larvicida all'interno della Caserma "Donato Briscese" e su tutte le caditoie del territorio comunale dal 29 agosto 2018.

Comments