Ilva: Di Maio, sono ore delicatissime

Adjust Comment Print

E proprio questi ultimi entrando nel palazzo di via Veneto hanno ribadito le loro richieste. Secondo diverse fonti, si potrebbe chiudere l'accordo intorno all'ora di pranzo. La ruinione ristretta fa seguito ad un giro di tavolo con Di Maio, hanno fatto sapere fonti sindacali. La proposta iniziale del Gruppo che rileverà l'Ilva prevedeva l'assunzione di 10.300 unità entro il 2021 e di altre 200 alla scadenza del piano industriale fissata al 2023.

Sophie Taricone al Festival di Venezia con mamma Kasia Smutniak FOTO
La prima volta della piccola Sophie sul red carpet ed è impossibile non pensare a papà Pietro Taricone . Con loro c'era anche Domenico Procacci , fidanzato della Smutniak.

Per l'Ilva - ha detto in mattinata il ministro Luigi Di Maio a Radio Radicale - "queste sono ore delicatissime". "Le organizzazioni sindacali firmatarie dell'accordo - si legge ancora nella bozza - riconoscono la rilevanza dell'impegno assunto da Am Investco e a tale riguardo, considerati anche la maggiore occupazione conseguibile e la comune finalità di preservare la competitività dei complessi aziendali, si impegnano a raggiungere in buona fede con Am Investco e le affiliate, a fronte delle assunzioni dei dipendenti residui, specifiche intese comprese riduzioni dell'orario di lavoro che consentano di assicurare costi del lavoro invariati". Pessimismo, quello di Francesca Re David, che potrebbe essersi affievolito alla fine delle contrattazioni notturne. Il governo dice che se c'è l'accordo non annulla la gara: "un po' scarica le sue responsabilità sulle parti sociali, non è molto responsabile per chi governa il Paese". Davanti c'è la scadenza di venerdì 7, giorno che lo stesso Di Maio ha indicato come termine di chiusura della procedura amministrativa sulla validità della gara di aggiudicazione dell'Ilva e anche per rendere pubblico il parere dell'Avvocatura dello Stato.

Comments