La 'Danimarca futsal' limita i danni: solo 0-3 contro la Slovacchia

Adjust Comment Print

Il centrocampista viola doveva godersi la prima convocazione in Nazionale, ma in Danimarca è sfida aperta tra federazione e giocatori. E' infatti ufficialmente scoppiata una guerra tra la Federazione e il sindacato di tutela dei calciatori per il nuovo contratto legato agli sponsor e ai diritti di immagine, che sarebbe in conflitto con gli sponsor privati dei calciatori. Le indiscrezioni sembravano troppo assurde per essere vere, ma adesso è arrivata l'ufficialità, per un precedente che è ovviamente unico.

Il timore, dopo lo sciopero dei giocatori della Nazionale A e del CT Hareide, era infatti che la Danimarca subisse la peggiore sconfitta della sua storia dato che la Federazione per ovviare al problema aveva convocato calciatori delle serie minori e addirittura giocatori di futsal. "E il calcio danese paga il prezzo più alto". Soprattutto se gli quest'ultimi verrano scelti per scendere in campo anche contro il Galles in Nations League oltre che per l'amichevole contro la Slovacchia.

Il ministro dell'Economia Tria: rispettiamo gli impegni europei
Ma è soprattutto sul deficit che andrà trovata una quadra, all'interno del governo e con l'Europa. E chi dà un prestito si fida che lei possa ripagare le rate del mutuo.

Lo schieramento provato in questi giorni di ritiro prevede Donnarumma in porta, Jorginho a comandare il centrocampo con Benassi e Pellegrini verso un posto da mezzali e in avanti Balotelli con Bernardeschi e Insigne.

"Il pericolo è la squadra avversaria ed in questo caso è la Germania, anche se la Coppa del Mondo è stata difficile per loro: era una delle favorite, non è andata bene ma resta comunque un'ottima squadra, ora ci sono alcuni nuovi innesti, tuttavia la maggior parte del nucleo della formazione è ancora lì".

Comments