Hamilton vince e Monza si ribella, la rimonta di Vettel non basta

Adjust Comment Print

Sebastian Vettel ha commentato ai microfoni di Sky la gara del Gran Premio di Monza che lo ha visto quarto al traguardo.

Altro caso è quello di Kimi Räikkönen che ha offerto una prestazione brillante anche se "distrutta" dalla grandissima strategia del team Mercedes e di Hamilton, che lo hanno portato a doversi accontentare del secondo posto. Vettel si gira, ed è costretto a ripartire dal fondo. Con l'ultimo cambio gomme Bottas lo scudiero sfila dietro Raikkonen e Hamilton mentre Vettel continua la sua rimonta.

Anzi, dopo il primo pit-stop il vantaggio di Raikkonen si era addirittura dilatato.

Asia Argento replica: "Mai fatto sesso con Bennett"
Proprio sulla scorta di questo pensiero, l'avvocato non nega neppure a Jimmy Bennett il diritto di denunciare Asia. Asia Argento estromessa da X Factor , scatta il toto nomi su chi la sostituirà, probabilmente di nuovo una donna .

Due Mercedes sul podio di Monza sono uno schiaffo ai ferraristi ma l'illusione di vedere Vettel trionfare in casa è durata pochissimo, neanche un giro.

Le Ferrari partono bene nel Gran Premio di Formula 1 di Monza. "Domani speriamo che vada tutto liscio e che si possa finire nelle stesse posizioni" ha detto a caldo il pilota finlandese. "Non bisogna mai mollare".

"Lewis è stato strepitoso a Monza, è per questo che è considerato uno dei migliori di oggi, ma anche uno dei migliori di tutti i tempi". A ogni cosa negativa corrisponde una positiva. "Alla fine è stato impossibile lottare". Poi, a dieci giri dalla fine, il britannico ha passato Kimi Raikkonen, fin lì in testa, in crisi con le gomme. Seconda fila per le Mercedes di Lewis Hamilton, +0 " 175, e Valtteri Bottas, +0 " 537. Giusto così. Come team ci prendiamo questo risultato, abbiamo fatto più punti della Ferrari. Ieri loro erano più veloci e alla fine abbiamo vinto noi. E le recenti parole di Michael Owen rilasciate durante una toccante intervista, effettivamente, ci fanno capire meglio quanto il talento e la voglia di giocare a calcio, a volte, non siano sufficienti da soli per rendere un uomo felice. Ingiusto, ingeneroso, crudele; e quindi non ci accaniamo nè criminalizziamo l'uomo del destino, delle pole e delle dieci vittorie negli ultimi due anni, ma la partenza del GP di Italia non gli fa certo onore. La speranza del tedesco è quella di non fare più pit stop: difficile però, le gomme le spreme tutte per rimontare. Monza, se ancora ce ne fosse bisogno, ha consacrato la classe sconfinata di Lewis Hamilton. "La mia gara era ormai compromessa, ho provato per la squadra e i tifosi. Errore? Evidentemente non avevo dove andare e Lewis non mi ha lasciato spazio".

Comments