Test di Medicina 2018, oggi la prova per 67mila aspiranti camici bianchi

Adjust Comment Print

In generale sono 83.127 gli studenti che si sono iscritti per sostenere un test del sistema di sbarramento previsto per legge, oltre a medicina, 7.986 proveranno per Architettura, 8.136 per Veterinaria e 7.660 per medicina in lingua inglese.

E' cominciato oggi, con le selezioni per l'accesso ai corsi di laurea magistrale in "Medicina e Chirurgia" e "Odontoiatria e Protesi dentaria", il lungo mese di testche vedrà protagonisti soprattutto i 'Dipartimenti di Area Medica dell'Università di Foggia.

Come di consueto saranno 60 le domande del test e si avranno 100 minuti per concludere la prova. Quest'anno i posti disponibili sono aumentati: 9.779 per Medicina, rispetto ai 9.100 dello scorso anno; 1.096 per Odontoiatria (erano 908 nel 2017), 759 per Veterinaria (erano 655). Un match importate per. I test medicina 2018, secondo i primi dati raccolto da alcuni studenti, non sono certamente da meno: troppo difficili, domande addirittura più complesse degli anni scorsi; i quesiti di logica sono impossibili, e molte risposte sono state date casualmente. Sono oltre seimila gli studenti siciliani alle prese con la prova. In questo caso il test sarà il 14 settembre.

Vaccini, resta l’obbligo. La maggioranza fa dietrofront
Una svolta "scientista" apprezzata anche dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nei prossimi giorni si estenderanno anche ad altre regioni.

Anche per l'Università di Sassari i primi test di accesso ai corsi a numero chiuso cominceranno martedì 4 con la prova di ammissione a Medicina e Odontoiatria: al Pala Serradimigni di piazzale Segni alle 8.30.

Alla fine, moltiplicando il numero di candidati nelle singole facoltà per il costo della tassa e sommando il tutto, il giro d'affari dei test d'ingresso a Medicina 2018/2019 dovrebbe superare i 3milioni di euro. A piccoli gruppi sono stati trasferiti nel padiglione F1, utilizzando esclusivamente le vie interne del complesso sotto l'attento e diretto controllo della commissione d'aula e del personale di vigilanza che ha accompagnato i candidati con compiti di sorveglianza. Per il 2017 i ragazzi che sono entrati alla facoltà di Medicina avevano un punteggio medio di 57,9 punti contro un 63,3 dell'anno 2016. Non ci sono discriminazioni tra i candidati che partecipano alla prova. Per impegnarsi tanto, è necessaria una forte motivazione, che tra i candidati non manca: 7 studenti su 10 (il 69%) sono mossi da autentica passione. Il 2 ottobre, sul portale Universitaly, sarà pubblicata la graduatoria nazionale di merito. Sono invece i rappresentanti del Fronte della Gioventù Comunista e anche loro esibiscono uno striscione contro i test. Uno di loro col megafono intona un canto: "Il numero chiuso all'università serve per tagliare sulla sanità".

Comments