Eboli, si taglia con la cassetta della frutta e muore

Adjust Comment Print

Sembrava una ferita innocua, e invece si è rivelata fatale per una donna di 80 anni di Eboli, nella provincia di Salerno, deceduta a causa del tetano dopo 45 giorni di agonia. La vittima è poi tornata a casa, dove si è medicata da sola e ha forse sottovalutato la ferita, che comunque dopo pochi giorni si è rimarginata.

Dopo aver eseguito alcuni esami è risultato che la donna avesse contratto il tetano. La donna era intenta a coltivare l'orto, quando si sarebbe tagliata la gamba con una cassetta per la frutta. La signora è stata accompagnata in ospedale. Chiarita la malattia, i sanitari hanno avviato la cura. Dall'ospedale S.Maria Addolorata è iniziata la corsa contro il tempo per cercare siero antitetanico tra ospedali e distretti dell'Asl di Salerno.

Ciclismo, il riscatto di Yates: vince la 14/a tappa e torna leader
Una fuga che sembrava essere quella giusta, con gli uomini della Movistar e della LottoNL-Jumbo a dettare il ritmo. Domani si disputa la 14esima frazione, la Cistierna-Les Praeres (Nava) di 171 chilometri.

Questo insegna tutti a prendere una dovuta precauzione in caso di ferite, perche da un piccolo taglietto, se non considerato in modo importante, può scaturire un problema salutare molto più grande. Dopo un mese di ricovero in rianimazione e di cura, però, la paziente è deceduta.

Comments