Matteo Salvini sulle pensioni: ''Quota 100 ma a 62 anni non 64''

Adjust Comment Print

L'importante è iniziare a ridurre il debito, che quest'anno si manterrà sostanzialmente stabile, con una correzione dello 0,1% (dovrebbe dunque scendere al 131,7%), e contemporaneamente non peggiorare "ma anzi migliorare" il saldo strutturale, cercando gli spazi non in deficit ma "nel nostro bilancio che è molto grande". Questo è il meccanismo di base delle cosiddette pensioni quota 100. Infatti, alle prime verifiche di uscita anche a partire dai 60 anni purché in presenza di almeno quarant'anni di contributi, il quotidiano privilegia l'ipotesi di uscita con la pensione anticipata ma rispettando tre vincoli: quello dell'età minima di 64 anni, quello del limite massimo dei due anni di contributi figurativi, quali disoccupazione e malattia, e quello del ricalcolo dei versamenti con il meccanismo contributivo, almeno per quelli effettuati dal 1996 ad oggi.

Non potrà invece accedere a questa misura chi ha un'età inferiore a 64 anni, anche se la somma di età e contributi è comunque pari a 100: ad esempio resta escluso chi ha 63 anni + 37 anni di contributi. Faremo quota 100. Per me però il limite dei 64 anni è troppo alto.

"C'è un problema di veloce adeguamento delle competenze e c'è un problema di welfare perchè bisogna gestire chi rimane fuori dal proceso di innovazione" ha detto, sottolineando che in caso contrario si rafforzerebbero gli oppositori dell'economia globale. C'è però chi la pensa diversamente. Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, durante la registrazione della puntata di Porta a porta. E ancora, annuncia che affronterà entro fine mese la questione migranti: - "Il pacchetto immigrazione e sicurezza verrà portato entro questo mese in Consiglio dei ministri e poi in Parlamento". Un provvedimento che potrebbe costare 13 miliardi al loro delle tasse e 9 miliardi al netto già nel 2019 e che, a regime, potrebbe pesare sulle casse dello Stato 20 miliardi di euro. Attualmente la sola fonte sicura di entrata sarebbe la pace fiscale, che Salvini ha stimato di circa 20 miliardi di euro.

Montichiari (Brescia): 71 casi di polmonite, è allarme
L'indagine non esclude comunque la presenza del batterio , "pertanto verranno effettuati ulteriori approfondimenti " ha aggiunto. Ad esempio, durante la doccia, se l'acqua nebulizzata viene respirata.

"Ogni spesa della Lega è documentata e certificata dal 2013 e non ci sono soldi all'estero e non ci sono investimenti strani". Il mio obiettivo è che sia il pubblico ad avere la regia con fondi privati.

L'ex deputato non dimentica che un effetto positivo per il ricambio generazionale nel mercato del lavoro si potrebbe avere nella Pubblica amministrazione, dato che nei prossimi anni un gran numero di dipendenti pubblici andrà in pensione.

Comments