Meteo. Uragano Florence, impatto imminente e prime inondazioni

Adjust Comment Print

Negli ultimi giorni la tempesta oceanica che porta il nome della città toscana ha rapidamente aumentato la sua potenza, trasformandosi in un uragano di categoria 4 su 5. Una calamità che preoccupa anche per i due uragani minori appena nati, Isaac ed Helene, che potrebbero seguirla. Più di 1.300 i voli cancellati con gravi disagi negli aeroporti della East Coast. Lunghe le code sulle autostrade con le famiglie in fuga dal "mostro" in cerca di una sistemazione. L'occhio di Florence si trova ormai a poco più di 40 miglia da Wilmington, nella Carolina del Nord.

Sono stati mobilitati oltre 4000 dipendenti federali, di cui più di mille della Federal Emergency Management Agency (Fema), la protezione civile Usa. Questo significa che gli effetti si sentiranno su gran parte della costa orientale: gli ordini di evacuazione, oltre che in Nord e Sud Carolina, sono stati emessi anche nelle parti della Georgia sotto il livello del mare e, a nord, in Virginia.

L'Europarlamento ha approvato la direttiva sul Copyright
La direttiva approvata adesso, per diventare effettiva, deve essere recepita dai vari Stati, che però possono anche modificarla. Le piccole e micro piattaforme escluse dal campo di applicazione della direttiva .

Quella di queste ore è dunque una corsa contro il tempo per cercare di evitare il peggio quando andrà via la luce e sarà impossibile per chiunque uscire di casa e circolare, anche per i mezzi di soccorso. Ai cittadini è stato chiesto di organizzarsi con un kit di emergenza con documenti, cibo ed acqua: e sui social alcuni utenti mostrano gli scaffali già vuoti dei supermercati. Come d'assalto sono state prese le stazioni per il rifornimento di carburante. Intanto da venerdì 15 settembre negli Stati nel mirino è già prevista la chiusura di scuole, università e uffici pubblici.

Il governatore del South Carolina, Henry McMaster ha disposto l'evacuazione obbligatoria dell'intera fascia costiera dello stato, affermando che "il rischio di impatti diretti continuerà a crescere". Le previsioni parlano di grandi quantità di pioggia: secondo il Servizio Meteorologico Nazionale degli Stati Uniti, per esempio, nel North Carolina in due-tre giorni cadrà una quantità d'acqua paragonabile a quella di solito portata dalle piogge in 8 mesi.

Comments