Aereo russo abbattuto per sbaglio in Siria, Putin: "Una catena di errori"

Adjust Comment Print

Alle 23 di lunedì sera un aereo da ricognizione IL-20 con a bordo 15 militari è scomparso dai radar mentre stava tornando alla base di Khmeimim, situata nella provincia di Latakia. Nella conferenza stampa che è seguita all'incontro tra Russia e Turchia il presidente russo Vladimir Putin ha spiegato che l'accordo prevede il totale ritiro di tutte le armi pesanti ai ribelli entro il 10 ottobre. Che però ha anche precisato che gli F-16 israeliani si sono fatti scudo con il velivolo russo ed è per questo che è stato centrato dai missili di Damasco.

Un jet militare russo con a bordo 15 persone è stato abbattuto per errore dalla contraerea siriana, alleata di Mosca. Lo riporta l'agenzia Tass. In quel momento, e nella stessa area, era in corso un raid di quattro F-16 dell'aviazione israeliana contro obiettivi militari in territorio siriano, nella zona costiera di Latakia. La notizia è stata data dalla Cnn, che cita un anonimo ufficiale statunitense e afferma che il velivolo è stato abbattuto da un sistema di difesa anti-aerea venduto ai siriani dai russi diversi anni fa. "Ci riserviamo il diritto di rispondere in maniera appropriata".

"I piloti israeliani, usando l'aereo russo come copertura, lo hanno reso vulnerabile al fuoco della difesa aerea siriana".

NEWS- Virtus Entella: e ora cosa succederà alle giovanili?
Il club ligure aveva immediatamente fatto ricorso al Collegio di Garanzia del Coni che ora le da ragione. Che vuol dire? I liguri sarebbero (il condizionale è d'obbligo) in B ma nel frattempo giocano in C.

Il rappresentante permanente della Siria presso le Nazioni Unite, Bashar al-Jaafari Al-Jaafari durante una riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU, tenutasi ieri, per discutere della situazione in Siria, ha ribadito che gli USA, la Gran Bretagna e la Francia non hanno prove che lo stato siriano abbia usato armi chimiche, ma i funzionari dell'intelligence USA e i loro agenti all'interno della Siria non sono riusciti a dimostrare le loro accuse poiché le prove indicano che le organizzazioni terroristiche sono dietro al lancio di questi attacchi usando armi proibite.

Rispondendo implicitamente alle critiche di Mosca il portavoce ha aggiunto: "Quando l'esercito siriano ha sparato i missili che hanno colpito l'aereo russo, gli aerei israeliani erano già rientrati nel nostro spazio aereo". L'esercito francese ha negato ogni coinvolgimento nell'incidente, mentre l'esercito israeliano non ha commentato quanto successo.

Comments