Brexit la strada si fa più in salita. May: "Siamo in impasse"

Adjust Comment Print

Per evitare di chiudere il confine, l'Unione Europea propone di concedere all'Irlanda del Nord una specie di statuto speciale, che la unisca dal punto di vista doganale ed economico all'Irlanda e all'Unione, permettendo di mantenere i confini aperti. "Lo ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, aggiungendo che molti paesi temono che rafforzando Frontex, così come ha proposto la commissione europea, significhi anche più registrazioni dei migranti in arrivo, e temono una perdita di sovranità, ma se vogliamo trovare un accordo bisogna proteggere le frontiere esterne". "Una buona relazione dipende da questo, alla fine del processo" negoziale, ha quindi avvertito, lasciando trasparire la sua irritazione per i toni del vertice di giovedì.

In sostanza, uno sgretolamento del Regno Unito, separato in modo "permanente" dall'Irlanda del Nord.

Insiste sulla "buona fede" delle sue profferte, mentre respinge "le due sole opzioni" lasciate sul tavolo dai partner come inaccettabili minacce alle linee rosse davvero invalicabili: no a "rovesciare il risultato del referendum" e no a "sgretolare il mio Paese".

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"
Ora ha chiaramente cambiato idea, e ha deciso di rendere pubblica la sue perdita "per ritrovare la forza, per essere forte". Devo incontrare le persone. "Mi hanno detto che stare segregata nel mio dolore non mi può fare che male ", ha concluso.

Il modello norvegese, che prevede la permanenza di Londra nell'Area Economica Europea, non va bene perché a suo dire, "tradotto in inglese semplice, significherebbe per il Regno Unito" diventare un Paese vassallo: "sottomesso a tutte le regole dell'Unione, con la continuazione di un'immigrazione incontrollata dall'Ue e nell'impossibilità di stringere accordi commerciali con Paesi terzi", "una presa in giro del referendum" sulla Brexit. Qui trovate nel dettaglio tutto quanto successo, ma ora il fronte della crisi si apre non solo a Bruxelles bensì in casa propria, in quel Regno Unito che sempre meno "ama" la propria inquilina di Downing Street. Ma Macron si è adoperato per convincere gli altri che era tempo di "fare pressione sul Regno Unito perché facesse delle vere proposte". E dobbiamo anche essere chiari ora.

Roma, 21 set. (askanews) - Il primo ministro britannico Theresa May ha denunciato oggi una fase di "impasse" dei negoziati con l'Unione europea sulla Brexit, dopo il rifiuto delle sue proposte al vertice informale di Salisburgo, in Austria.

La premier deve anche rintuzzare le critiche interne, con il leader laburista Jeremy Corbyn che attacca senza mezzi termini: "La strategia della premier è un disastro". I Tories spendono piu' tempo a litigare fra loro che a negoziare con l'Ue.

Comments