Allegri alla Juventus: "Roma ed Inter indietro, c'è da accelerare"

Adjust Comment Print

Abbiamo portato più la palla vicino all'area e alla fine siamo riusciti a segnare. Così Massimiliano Allegri, al termine di Frosinone-Juventus. Il Frosinone è ancora a secco per quanto riguarda la voce dei gol realizzati: "Con la Juve non era la serata ideale per osare troppo davanti, in generale dovremo fare di più in futuro".

La Vecchia Signora nell'ultimo turno di campionato è riuscita ad avere la meglio sul Sassuolo, che ha visto il primo goal con la sua nuova maglia bianconera di Cristiano Ronaldo, ma anche l'espulsione di Douglas Costa per uno sputo a Federico Di Francesco. Mercoledì abbiamo il Bologna che verrà a giocarsi la partita dopo il risultato di oggi contro la Roma, poi ci prepareremo per sabato con il Napoli che anche quest'anno è la nostra antagonista. L'ho sempre detto, ha la sua qualita' fisica migliore nella corsa, sembra un paradosso ma e' cosi', poi trova qualita'. Se infatti il successo è meritato per la superiorità schiacciante a livello di possesso palla e predominio territoriale, la qualità e soprattutto la velocità del palleggio dei bianconeri è stata scadente e insufficiente proprio perché di fronte a un avversario cui è bastato stringere le linee e moltiplicare l'attenzione per sfiorare il colpaccio, riuscito lo scorso anno in casa a Crotone e Spal. "Sono tre anni che fanno molti punti, è normale".

Negoziati su Brexit, Kurz: ci sarà un vertice speciale a novembre
E comunque entrambe le opzioni - ha detto a scanso di equivoci May - sarebbero "un cattivo accordo ". Theresa May "umiliata" dai leader Ue. "Resta ancora molto lavoro da fare", afferma May .

Infine, sui reduci dai Mondiali, l'allenatore toscano sottolinea che "Matuidi e Mandzukic, finalisti, si sono presentati bene, tra i due quello che sta un po' pagando e' Mario". Deve solo restare sereno, non deve avere l'ansia della prestazione. Lui crescerà giocando, questo lo sottolineo ancora una volta. Hanno avuto un calendario complicato, hanno preso un allenatore vincente e bravo, molto equilibrato che sta trasmettendo i suoi concetti.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6; Cuadrado 5 (dal 24' s.t. Cancelo 6), Rugani 6, Chiellini 6, Alex Sandro 6; Emre Can 6,5, Pjanic 6, Bentancur 6,5 (dall'11' s.t. Bernardeschi 7); Dybala 5,5, Mandzukic 5,5 (dal 40' s.t. Matuidi sv), Cristiano Ronaldo 6,5. All. A disposizione: Bardi, Iacobucci, Ariaudo, Beghetto, Krajnc, Goldaniga, Cassata, Crisetig, Soddimo, Ghiglione, Ciano, Pinamonti, Ciofani.

Comments