MotoGP, Rossi preoccupato: "Tutti migliorano tranne noi"

Adjust Comment Print

Valentino Rossi riesce con la sua esperienza e un pizzico di fortuna a chiudere in ottava posizione il GP di Aragon, al termine di un week-end che si preannunciava difficile sin dal venerdì e con le qualifiche del sabato rivelatasi uno dei momenti più difficili della sua carriera. "Secondo me non è difficile lavorare, ma bisogna fare le cose giuste". Storicamente nel test di Brno il reparto tecnico di Iwata apportava aggiornamenti importanti, quest'anno qualcosa di nuovo ma irrilevante è giunto a fine agosto nel test privato di Aragon. E' stato un errore, se avessi continuato a fare il mio lavoro magari riuscivo a fare il mio giro in Q1, non entravo in Q2 ma magari riuscivo a partire una fila davanti e oggi potevo arrivare una o due posizioni davanti (più una di due.). Considerato che sono caduti Lorenzo, Crutchlow e anche Bautista, probabilmente avremmo fatto fatica ad entrare nella top ten. Sono stato un po' più veloce dell'anno scorso, ma semplicemente perché sto meglio mentre l'anno scorso ero infortunato.

Serie A Bologna, Inzaghi: "Vittoria dedicata ai tifosi"
E, infatti, è quello che succede. "Devo ringraziare i tifosi che ci hanno sostenuto nonostante non arrivassero i risultati". Inzaghi non ha ancora a disposizione Helander e dovrebbe riproporre Gonzalez nella difesa a tre.

Qui c'era qualcosa sull'elettronica studiata da Gadda che mi ha aiutato un po' nella fine della gara, per avere un passo costante, sono riuscito a sorpassare Miller. "Ieri è stata una giornata molto difficile, abbiamo fatto delle modifiche alla moto, ma sin dalla mattina facevo ancora più fatica e mi sono rassegnato - ha detto il Dottore a Sky Sport MotoGP -". La moto è questa da un po' di tempo e questa è la cosa più preoccupante, invece gli altri hanno fatto un grande step. Gli altri hanno fatto un grande passo in avanti, in primis la Ducati. Il prossimo test sarà dopo l'ultimo Gran Premio a Valencia e noi siamo ben consapevoli di non poter iniziare la prossima stagione in queste condizioni. Vedremo, non è una delle migliori piste. Delle volte con le gomme nuove facciamo il giro veloce ma siamo in difficoltà in gara. Poi ci sarà il Giappone, a Motegi, una pista che mi piace molto e magari sull'asciutto riusciremo ad essere più competitivi, come anche a Phillip Island. Questo è un commento di settembre dall'anno scorso, ed è sempre quello. Mentre in Malesia, con il caldo, non saprei, Valencia è difficile.

Comments