Nainggolan: "Presto sarò in piena forma. Voglio vincere con l’Inter. In Champions…"

Adjust Comment Print

Ho sempre dato tutto me stesso in campo ma non ho mai alzato un trofeo. "Magari è arrivato ora il momento giusto ma voliamo bassi perché sono abituato a parlare di cose che poi non sono arrivate quindi meglio non dire niente". Lo dice il centrocampista dell'Inter Radja Nainggolan nel corso di un'intervista ai microfoni di Sky Sport. Quest'anno il nostro obiettivo primario è di migliorare quanto fatto nella scorsa stagione, non siamo partiti al meglio ma le ultime due vittorie ci hanno rimesso in carreggiata - spiega il giorno dopo la vittoria sulla Fiorentina -. "Con la Fiorentina è stata una vittoria importante, abbiamo dimostrato che possiamo vincere partite difficili, ora sta a noi continuare così e andare avanti".

NUOVA AVVENTURA - "Sto mettendo tutto me stesso in questa nuova avventura: sicuramente devo ancora migliorare perché, avendo saltato la preparazione, ci metterò un po' di più ad arrivare al top, anche se non sono preoccupato per questo". Spero di togliermi soddisfazioni qui, della Roma non voglio più parlare, l'importante è fare bene all'Inter.

Sì, giocare con uno come lui è stato uno dei momenti più belli della mia carriera. Nainggolan parla poi del rapporto con l'allenatore Luciano Spalletti: "È un allenatore che mi stima, mi ha voluto fortemente così come la società". Se mi aspettavo questo brutto inizio della Roma? L'esultanza con l'inchino? Nasce sul momento, aveva un semplice significato in quel momento.

Trump: 'Progressi incredibili dallo scorso anno', risate all'Onu
Trump è rimasto un po' spiazzato dalla risata collettiva: "Non mi aspettavo questa reazione ma va bene lo stesso" ha commentato il presidente Usa, incassando il colpo con discreto senso dell'umorismo.

Penso che per come mi hanno accolto mi sono trovato subito a mio agio, sono contento di essere qui e spero di togliermi tante soddisfazioni. Abbiamo vinto con il Tottenham in casa ma abbiamo altre cinque gare difficili. Sono contento del gol, ma conta la vittoria della squadra, è la cosa più importante. Sono gare secche, che ti fanno dare di più, bisogna vedere come va a finire. Qui a Milano ho trovato tanto entusiasmo, soprattutto per il ritorno in Champions League: "è fantastico giocare con San Siro pieno, noi ce la metteremo tutta per vincere ogni partita e speriamo di ottenere risultati importanti tutti insieme".

Ti aspettavi un avvio così lento della Roma?

Comments