Aereo cade in mare in Micronesia: ecco come vengono salvati i passeggeri

Adjust Comment Print

Alla stampa internazionale l'episodio ha ricordato l'ammaraggio sul fiume Hudson, avvenuto nel 2009 e narrato da Clint Eastwood nel film "Sully", personaggio al quale ha dato il volto il due volte premio Oscar Tom Hanks. Vedremo cosa accadrà e se ci saranno denunce in merito all'accaduto con anche possibili pesanti ripercussioni.

Un aereo che era in fase di atterraggio dall'aeroporto di Chuuk, in Micronesia, arcipelago di isole nel Pacifico del Sud, ha mancato la pista di 130 metri e è caduto nell'Oceano. Il Boeing 737, un aereo di piccole-medie dimensioni di solito utilizzato per le tratte interne, doveva atterrare presso l'aeroporto di Weno, ma qualcosa deve essere andato storto. Numerose le foto e i video pubblicati sul web in queste ultime ore, dove si vedono i passeggeri portarsi a riva a nuoto, o salvati da alcuni piccoli barchini dei pescatori locali. Il Boeing della compagnia erea Air Niugini aveva 36 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio a bordo.

"Feltri ubriaco", lui replica: giornalista è una stupidella
I flussi migratori? Non capisco perché noi italiani ci dobbiamo far carico dei problemi dell'Africa. Non è che gli africani stessero meglio dieci o quindici anni fa , anzi.

L'aereo volava tra Port Moresby e Pohnpei, la capitale della Micronesia, con scalo tecnico al Chuuk International Airport, sull'isola di Weno, nello Stato di Chuuk.

Comments